Lilt contro il fumo: sensibilizzazione e raccolta mozziconi in città con i ragazzi

Lilt contro il fumo: sensibilizzazione e raccolta mozziconi in città con i ragazzi

Notevole successo hanno ottenuto le manifestazioni organizzate dalla Lilt Rieti in collaborazione con Miur, Asl, Asm, Coni, Liceo scientifico Jucci, Alberghiero di Rieti in occasione della Giornata mondiale senza tabacco. Diffuso lo slogan “Non mandiamo in fumo il piante”, nella mattinata la Liltha aperto un gazebo nel cortile del Liceo Scientifico dove, numerosi studenti e studentesse accompagnati dagli insegnanti hanno provveduto a raccogliere intorno all’Istituto quanto più mozziconi di sigarette possibile, operazione controllata da rappresentanti dell’Asm.

La preside, Stefania Santarelli ha portato il suo saluto al presidente della Lilt Enrico Zepponi e agli altri volontari, mentre gli insegnanti, Antonietta Tiberi Vipraio, Gioia Lauri, Valerio Zirretta, Maria Rosaria Proietti, Soave Miccadei, Claudio Zanotti, si sono preoccupati di seguire il paziente lavoro dei ragazzi e della ragazze impegnate nella raccolta. Soddisfatto il presidente della Lilt, Enirco Zepponi. “Con questa giornata – ha commentato – si vuole ricordare a tutti i danni del tabacco non solo alla persona, ma anche all’ambiente e alla collettività per il costo non indifferente delle operazioni di raccolta e smaltimento dei residui delle sigarette”.

Nel pomeriggio lo stesso gazebo della Lilt è stato sistemato davanti l’ingresso del Centro Commerciale   Perseo dove i volontari Franco Scipioni, Filippo Orlandi, Gianni Brunelli e personale dell’Asl, Eslami Shkoofe, Rosella Pacifico, Francesco Ciogli, Gaspare Nacchia, hanno provveduto a diffondere materiale illustrativo dell’iniziativa. Il presidente del Coni Luciano Pistolesi ha accompagnato numerosi giovanissimi atleti nell’operazione di raccolta dei mozziconi negli spazi antistanti lo stesso Centro. In serata il vice presidente presidente della Lilt Flavio Fosso ha partecipato alla cerimonia di celebrazione della Festa della Repubblica svoltasi in Prefettura.

Posted by Filippo Orlandi

Comments are closed.