Ambulatorio itinerante per visite ginecologiche

Ambulatorio itinerante per visite ginecologiche

Comunicato n. 13

Riprende l’attività della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori) Associazione di Rieti sul territorio provinciale.

In occasione della Festa della Mamma ad Ascrea è stata organizzata una seduta dell’Ambulatorio

itinerante per visite ginecologiche che ha visto una notevole partecipazione di donne.

Nell’ambulatorio messo a disposizione dall’Amministrazione comunale, ha operato la dr.ssa Beatrice Amici, medico volontario della LILT che si è impegnata per l’intera mattinata svolgendo con la solita grande professionalità il suo lavoro.

Presente il presidente Enrico Zepponi, hanno organizzato la manifestazione i dirigenti Gianni Brunelli e Franco Scipioni, con la collaborazione di Chiara Simonetti della Consulta femminile e Segretario provinciale della UGL pensionati. Importante la partecipazione del presidente Pro-loco Ascrea Riccardo Nini e la presenza dell’infermiera Liliana Carolis.

“Debbo in primo luogo ringraziare la dr.ssa Beatrice Amici e il sindaco di Ascrea Dante D’Angeli – ha commentato il presidente LILT dr. Enrico Zepponi – che ha messo a nostra disposizione l’ambulatorio comunale. La partecipazione di tante persone ha evidenziato le difficoltà di quella parte del territorio provinciale e confermato la bontà della nostra scelta di portare in una bellissima località come Ascrea il nostro Ambulatorio itinerante. Come presto riprenderemo a fare nelle altre località della Sabina dove la LILT opera da anni”.

“Intanto dopo le convenzioni stilate con Medicinque e Fisiorad, la nostra attività è ripartito decisamente anche se sappiamo che ci vorrà del tempo, contestualmente con il regredire del covid , per tornare al massimo”.

“Insieme a Franco Scipioni – ha detto Gianni Brunelli – ci siamo impegnati in modo particolare  perché la dr.ssa Amici e le donna da sottoporre a visita si trovassero a proprio agio. Non mancheremo di tornare viste le necessità del territorio come ha sottolineato il Presidente”.

 

 

Posted by Filippo Orlandi

Comments are closed.