CENA SOCIALE DI BENEFICIENZA 2018

CENA SOCIALE DI BENEFICIENZA 2018

Iscritti, simpatizzanti, medici volontari, dirigenti della Sezione provinciale di Rieti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) si sono ritrovati numerosissimi (diecine e diecine di persone, con larga partecipazione di cittadini di Grotti, Santa Lucia di Fiamignano, diversi centri della Sabina) al Ristorante da Valerio di Santa Rufina per l’annuale Cena Sociale di Beneficienza in occasione della ripresa totale dell’attività dopo l’interruzione natalizia.

Con il presidente dott. Enrico Zepponi, i componenti il direttivo ed i collaboratori del Consiglio di presidenza, tra gli ospiti erano presenti l’assessore avv. Giovanna Palomba in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, con l’assessore alla cultura prof. Gianfranco Formichetti, il consigliere Regionale Daniele Mitolo, la presidente dell’Alcli Santina Proietti, il presidente del Rotary Club ing. Gianluca Giovannelli, molti medici tra cui i volontari che rendono possibile l’attività dell’Ambulatorio della Solidarietà e di quello itinerante.

Dopo il saluto ai presenti della Dirigente prof. Marcella Della Penna, il presidente Zepponi ha illustrato brevemente l’attività svolta dalla Sezione nel 2017 ed anticipato i programmi dell’anno appena iniziato ringraziando tutti che con la loro presenza hanno contribuito a raccogliere fondi indispensabili per la continuazione dell’attività.

In risposta hanno porto i loro saluti l’assessore Palomba, il consigliere Mitolo ed il presidente Giovannelli, che ha consegnato anche un contributo particolare del Rotary Club di cui molti soci erano presenti in sala.

La serata si è svolta in un clima di grande familiarità. Intermezzo spettacolare e divertente l’esibizione del Balletto di Flamenco della scuola Studio Danza Movimento In, la recita della poesia “La livella” da parte del dott. Antonio Pietrovanni e un duetto in vernacolo degli avvocati Giovanna Palomba e Luigi Colarieti che è stato apprezzato ed applauditissimo.

 

Posted by Filippo Orlandi

Comments are closed.