Grande partecipazione alla Cena sociale 2019 della Lilt di Rieti

Grande partecipazione alla Cena sociale 2019 della Lilt di Rieti

A dimostrazione del consolidato inserimento nel contesto cittadino della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Sezione provinciale di Rieti, centinaia di iscritti e simpatizzanti hanno partecipato alla Cena sociale nel noto ristorante Da Valerio a Santa Rufina di Cittaducale.

Il Prefetto di Rieti, dr.ssa Giuseppina Reggiani ha portato personalmente il suo saluto. Tra i presenti il sindaco di Cittaducale Leonardo Ranalli.

Comprensibile la soddisfazione del presidente dott. Enrico Zepponi e dei suoi collaboratori il quale ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i presenti  sottolineando in modo particolare l’impegno dei medici e tecnici volontari che ha voluto nominare uno ad uno: Alberto Castellani, Maria Costanza Ciancarelli, Piero De Carli, Francesca Donati, Margherita Giorgini, Serenella Grassi, Mauro Marchili, Felice Patacchiola, Antonio Pietrovanni, Monica Rauco, Carmine Sicuranza, Mauro Tosoni, Matteo Muzzi, responsabile del Laboratorio Analisi Igea.

Il presidente ha evidenziato l’attività dei componenti il Consiglio direttivo e dei soci volontari senza la cui collaborazione la LILT non avrebbe raggiunto i traguardi attuali nella prevenzione delle malattie oncologiche.

La serata è stata allietata da un intervento canoro della piccola Elisa Zigliara, dieci anni, vincitrice, tra l’altro, delle finali del  Cantagiro svoltesi ad Assisi e che  attualmente frequenta il Nams di Rieti sotto la guida dei maestri Valentina Rossi e Luca Tosoni.

Applaudita l’esibizione della coppia di ballerini dell’Interamna Tango di Terni, Marco Renzicchi e Valentina Falcetelli, che insegnano ballo anche al Centro sociale di Rieti, e l’intermezzo cabarettistico di Giovanna Palomba, personalità sempre vicina alla LILT. Ovazione per il dott. Antonio Pietrovanni che ha recitato la poesia di Totò “La livella”. Una tombola popolare ha concluso la riunione.

 

 

 

 

Posted by Filippo Orlandi

Comments are closed.