LILT SEZ. DI RIETI – IL 2016 UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO

LILT SEZ. DI RIETI – IL 2016 UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI SEZIONE DI RIETI OBIETTIVO PREVENZIONE

ZEPPONI: IL 2016 SARA’ UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO

La Lega Italiana per la Lotta contro i tumori, Sezione provinciale di Rieti è stata costituita nei primi Anni Novanta per iniziativa del dott. Fiorino Cunese che assicurò fin dall’inizio all’Associazione una sede dignitosa dotata di un ambulatorio medico.
Un suo succlogoliltessore dott. Ivan Liguori è stato per lunghi anni alla guida del sodalizio, migliorandone le strutture ed i contatti con l’opinione pubblica e le istituzioni. Alla sua prematura scomparsa subentrò con votazione plebiscitaria il dott. Roberto Tempesta che, pur nel breve periodo della sua attività – tutti ricordano con commozione la sua vicenda – dette vita al servizio di prevenzione del tumore della mammella e della pelle, ora ampliato sia tecnicamente che territorialmente dall’attuale presidente dott. Enrico Zepponi, dall’attività instancabile. Ora dopo i risultati raggiunti nel 2015, un anno risultato estremamente positivo, il presidente della LILT Rieti, dottor Enrico Zepponi pone alla sua Associazione altri importanti obiettivi.
Negli anni scorsi – dichiara – quando erano stati sospesi gli screening da parte della ASL, questa Sezione LILT ha contribuito alla riduzione delle liste di attesa consentendo l’esecuzione della mammografia in tempi rapidi e gratuitamente anche a favore di donne provenienti dalla bassa Sabina dove è attiva una Delegazione della LILT.
Ora che sono ripresi gli screening (prevenzione del carcinoma della mammella, della cervice uterina e del colon retto) e tenuto presente che l’aumento dell’incidenza del ca del seno in particolare registra un aumento tra le giovani donne in età compresa tra i 25 ed i 50 anni, fascia di età esclusa dal programma di screening previsto dal SSN, dove l’incremento negli ultimi 7 anni è stato di circa il 30% questa Sezione intende dedicarsi, affiancando il Sistema Sanitario Provinciale, alla prevenzione di questa fascia di età. Nel corso del 2016 – prosegue – intendiamo inoltre attivare l’Ambulatorio della Solidarietà – Spazio Prevenzione presso la sede di Via dei Salici in cui opereranno numerosi medici specialisti nelle varie discipline. Intanto il programma di prevenzione del melanoma, che prevede la mappatura dei nei, è attivo anche in Sabina, con un originale esperimento di Ambulatorio Itinerante, oltreché presso lo Studio Medico San Marco. Riteniamo che portare lo specialista vicino ai posto di residenza dei pazienti sia un modo di venire incontro alle esigenze di chi, vivendo in periferia, avrebbe difficoltà a recarsi nel capoluogo e a fare prevenzione. Nel 2016 intendiamo portare l’Ambulatorio Itinerante in altre zone della provincia e ampliare il programma “alimentazione e tumori”. Questo programma – aggiunge il presidente Zepponi – organizzato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini, diretto dalla prof.ssa Alessandra Onofri, tende a educare le abitudini alimentari e gli stili di vita secondo regole finalizzate alla prevenzione dell’insorgenza dei tumori partendo dalla consapevolezza che tre tumori su 10 dipendono da cattive abitudini alimentari. E’ intenzione della LILT– conclude – ripetere anche nel 2016 questo programma anche per soddisfare la elevata richiesta che ha comportato la redazione di una lista di attesa cercando di realizzare anche un corso di secondo livello nel quale approfondire i corretti stili alimentari nelle patologie più frequenti: diabete, ipertensione, celiachia, malattie cardiovascolari ed altro ancora”.

Posted by Filippo Orlandi

Comments are closed.