Primo webinar della campagna “NASTRO ROSA” di ottobre

Siamo felici di invitarVi al nostro primo webinar in occasione della campagna "NASTRO ROSA" di ottobre. In questo incontro ci proponiamo di informare e sensibilizzare quante più persone sulla prevenzione del cancro al Seno. Non mancate! il 30 Ottobre 2020 alle ore 17.00 in diretta Facebook. 

Instancabile la Campagna del Nastro Rosa – Lilt Rieti

Prosegue instancabile la Campagna del Nastro Rosa promossa dalla LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) cui quest’anno la presidenza nazionale del dr. Francesco Schittulli ha voluto dare un particolare impulso contattando l’ANCI affinché le Amministrazioni comunali dessero il loro appoggio alle Associazioni LILT provinciali per l’illuminazione in rosa di monumenti o palazzi di particolare rilievo storico o paesaggistico.

Così sta avvenendo in tutte le zone della provincia sabina. Nella Valle del Turano grazie all’interessamento della Volontaria componente della Consulta femminile della LILT Rieti, Chiara Simonetti, Colle di Tora e Ascrea hanno immediatamente risposto in modo positivo.

“Debbo sentitamente ringraziare il sindaco di Ascrea, Dante D’Angeli e il sindaco di Colle di Tora, Beniamino Pandolfi – dice Chiara Simonetti – per la loro fattiva collaborazione. Anche grazie a loro il concetto di “prevenzione” si allarga per raggiungere tutti gli angoli della provincia”

“L’iniziativa che vede in prima fila i Comuni – dice il presidente dr. Enrico Zepponi della di LILT RIETI – ci consente di tenere viva l’attenzione sulla prevenzione del tumore in un momento in cui sembra che l’attenzione medica sia rivolta in un’unica direzione”.

(F.F.LILT)

Villa Grotti di Cittaducale si è accesa di rosa.

Anche Villa Grotti, una ridente frazione del Comune di Cittaducale, si è accesa di rosa.
Su iniziativa dell’Associazione di Promozione Sociale “Le Camiciole” e con il patrocinio dello stesso Comune è stata illuminata con luci di color rosa scuola locale.

“Le Camiciole” APS nasce con l’intento di valorizzare uno dei piccoli paesi della nostra provincia e le loro associate hanno voluto aderire alla campagna Nastro Rosa della LILT che promuove nel mese di Ottobre la prevenzione del tumore alla mammella in tutta Italia, stanno inoltre fattivamente raccogliendo le prenotazioni agli esami gratuiti di contrasto a tre tipi di tumore : mammella, cervice uterina e colon retto.

La comunità civitese in questo periodo si è molto impegnata nel settore sanitario anche con l’organizzazione di una campagna di vaccinazione promossa dai Lions di Cittaducale con la collaborazione di Comune, Asl, LILT, Croce rossa.

Sergio Scorretti, esperto di materiali sanitari, socio della LILT si è impegnato a fondo per la buona riuscita della manifestazione.

“Mi sono subito reso conto che era un’ottima iniziativa e insieme ad altri amici – spiega – ci siamo dati da fare perché ogni cosa fosse in ordine e a disposizione dei cittadini che hanno risposto in pieno visto che sono state fatte 315 vaccinazioni”.

(F.V.) LILT

Giornata di vaccinazione antinfluenzale

La LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, ha partecipato con una sua delegazione – composta dal presidente Enrico Zepponi il dirigente Franco Scipioni, il volontario Franco Vecchi - e con tre infermieri volontari alla “Giornata di vaccinazione antinfluenzale” organizzata dai Lions di Cittaducale in collaborazione con il Comune, l’ASL, la Croce Rossa Italiana.

La “Giornata” si è svolta nella tensostruttura installata nel campo sportivo ed ha avuto un successo notevole tanto che sono state vaccinate 315 persone.

Presenti il sindaco Leonardo Ranalli e l’assessore Alessandro Cavallari, si sono impegnati a fondo, i medici Arnaldo Gentile, Carla Tempesta, Patrizia Gandolfo, Anna Rita Rotundi, Isabella Marchese, Gianpaolo Natalini, con l’apporto di tutti gli infermieri coinvolti.

Hanno collaborato molti volontari: Laura Pitoni, Antonio Passi, Vittorio Buldini, Luciana Vecchi, Luca Pizzoli dei Lions; Bruna Petroni, Tiziana Cipriani, Roberto Maiolati della Croce Rossa.

Fattiva l’apporto del Laboratorio analisi IGEA di Rieti, con il titolare Matteo Muzzi.

“La Campagna di vaccinazione antinfluenzale di Cittaducale ha affrontato un problema grave esploso in questi ultimi tempi. Essa – ha detto il presidente Zepponi – ci ha consentito di proseguire nella nostra politica che ci vuole essere vicini a tutti quanti hanno iniziative positive sul territorio provinciale. Dopo Posta e Cittaducale daremo il nostro appoggio a tutte le iniziative che saranno poste in essere in altre località”.

Durante l’azione della vaccinazione i volontari LILT, nel quadro della collaborazione con l’ASL, hanno proseguito nella raccolta delle adesioni agli screening antitumorali.

illuminazione in rosa dello storico Ponte Romano e messa in sede di un totem informativo

Con l’illuminazione in rosa dello storico Ponte Romano e la messa in sede di un totem informativo, è iniziato il mese dedicato dalla LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione provinciale di Rieti, alla Campagna Nastro Rosa che promuove la prevenzione del tumore alla mammella, in atto in tutta Italia. La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Rieti.

“Quest’anno - dice il presidente dr. Enrico Zepponi – il nostro impegno è ancora maggiore affinché non sia coperta da altre preoccupazioni, la necessità di propagandare per le donne, ma anche per gli uomini, le visite di medicina preventiva, unico vero rimedio per combattere, anzi per vincere il tumore alla mammella”.

“Nel corso della seduta di insediamento della Consulta femminile Dell’Unione Regionale delle Associazione provinciali LILT del Lazio – dice la responsabile provinciale Barbara Pelagotti -  la neo nominata coordinatrice dr.ssa Patrizia Ravaioli nel corso della sua approfondita relazione ha sottolineato che i tumori mammari rappresentano il 30 per cento dei tumori maligni. Per questo vanno combattuti a fondo”.

“La buona notizia – aggiunge Barbara Pelagotti – è che attualmente la sopravvivenza a 5 anni delle donne è arrivata all’87 per cento. E la prevenzione ha fatto la sua parte in questo risultato. La dr.ssa Ravaioli mi ha anche assicurato che, condizioni generali permettendo, non mancherà di organizzare anche a Rieti un incontro della Consulta Regionale”.

Le iniziative del Nastro Rosa 2020 sono state anticipate da Enrico Zepponi nel corso della Conferenza del stampa del 15 ottobre svoltasi nell’Aula consiliare messa a disposizione dall’Amministrazione.

Hanno partecipato il vicesindaco Daniele Sinibaldi, l’assessore ai Servizi Sociali e alle Pari Opportunità Giovanna Palomba.Ha portato il suo saluto il sindaco Antonio Cicchetti. Molti i volontari LILT in sala.

Significativa la presenza del direttore Sanitario dell’ASL Assunta De Luca - in rappresentanza del direttore generale Marinella D’Innocenzo trattenuta da altro impegno - con l’addetto stampa Andrea Bonanni.

Il dr. Mario Santarelli, responsabile degli screening antitumorali gratuiti dell’ASL ha sottolineato l’importanza della campagna in corso attuata con la collaborazione delle Associazione di volonariato.

Il dr. Zepponi sottolineata la presenza della LILT anche in questo settore, ha svolto un’approfondita relazione sulla Prevenzione, sulla Medicina di genere e sulla necessità di coinvolgere le persone più giovani.

In mattinata una delegazione composta dal dr. Mario Santarelli e Andrea Bonanni dell’ASL, Flavio Fosso e Barbara Pelagotti della LILT, si è recata in Prefettura, dove, ricevuta dal vice prefetto vicario dr.ssa Maria Luisa Cortesi, ha illustrato gli scopi delle Campagna di Screening e d’informazione, per la lotta al tumore.

In questa fase di grande impegno il presidente Zepponi ed il vice presidente Fosso hanno partecipato alla Conferenza stampa dell’ASL durante la quale il Direttore generale Marinella D’Innocenzo ha illustrato la Campagna di screening ai presenti, tra cui rappresentanti delle Forze Armate, sottolineando la collaborazione con le Associazione di Volontariato, LILT e ALCLI.

(F.F.) LILT

La LILT presenta la campagna “Nastro Rosa 2020″: La prevenzione è importante anche tra i giovani”

Nel pomeriggio di giovedì 15 ottobre nell’aula consiliare del Comune di Rieti la LILT sezione di Rieti ha presentato l’evento “Nastro Rosa 2020”, dedicato agli screening gratuiti per la lotta ai tumori.

Ad aprire l’incontro Flavio Fosso, che ha portato ai presenti i saluti della Lega Nazionale Lotta ai Tumori, per poi passare la parola a Daniele Sinibaldi, vicesindaco di Rieti: “L’iniziativa della LILT è molto importante e come Comune abbiamo cercato di aiutare il più possibile. Stiamo vivendo nella fase invernale e la preoccupazione per il Covid aumenta, soprattutto per chi ha avuto problemi legati al tumore. Un male, questo, che tutti, chi più chi meno ha vissuto da vicino. L’obiettivo della ricerca è un obiettivo che va sostenuto con ogni mezzo. Stimolare la ricerca e la prevenzione in questo momento è ancora più importante.”

“Ringrazio al LILT per tutto quello che fa per il nostro territorio. E leggendo lo slogan della campagna 2020 debbo dire che è vero, le donne si prendono poco cura di loro – commenta Giovanna Palomba assessore Servizi Sociali Comune di Rieti – per nostra natura, come donne, siamo portate ad aiutare gli altri e di meno noi stesse, e questo non va bene. La donna è vita, la donna è madre, la donna è tutto ed è giusto che la donna si prenda cura di sè anche attraverso la prevenzione.”

“Come donna mi sento vicina all’iniziativa LILT, pensate che la ASL di Rieti è guidata da tre donne, quindi capite quanto sia alta la nostra attenzione per il sesso femminile sul tema prevenzione e diagnosi precoce – commenta la dott.ssa Assunta De Luca direttore sanitario ASL Rieti – però dobbiamo parlare di tumore al seno anche maschile, pur se in piccola percentuale. La lotta al tumore è una lotta per tutta la popolazione. Quello che fa la ASL in armonia con le Associazioni di volontariato ed altre Istituzioni è quello di rafforzare la prevenzione. Dobbiamo arrivare prima delle malattia, anche per i giovani. Anche in età non a rischio di sviluppare tumore è necessario portare avanti uno stile di vita che prevenga. Dobbiamo lavorare sui fattori di rischio agendo in anticipo sul riconoscere le varie tipologie di malattia.”

“La campagna Nastro Rosa è nata con la LILT per le donne, e anche quest’anno con la nostra sezione dedicata interamente alle signore, si sta muovendo per invitare le cottadine a sottoporsi agli screening gratuiti per il tumore al seno, e non solo – commenta Barbara Pelagotti – la LILT affianca le persone anche in un percorso di conoscenza e per far arrivare il messaggio a tutta la popolazione ci diamo proposti di effettuare una pubblicità capillare per educare le persone alla prevenzione. Con la Consulta ci attiveremo per fotografare le donne che vestiranno la nostra maglietta, per incentivare tramite tutti i canali possibili, ad effettuare screening preventivi.”

“Da anni ANCI e LILT hanno firmato un protocollo per sostenere gli screening. Comuni in Rosa con la LILT e un modo per dare enfasi a queste iniziative benefiche, e abbiamo chiesto ai vari Comuni di colorare di rosa monumenti significativi e anche Rieti ha aderito – commenta il dott. Enrico Zepponi– col Ponte Romano illuminato di rosa daremo un importante segno. Oltre Rieti ha aderito anche il Comune di Cantalupo, Selci, Cittaducale e Montopoli. Il messaggio forte deve essere quello di non trascurare la prevenzione nonostante siamo purtroppo immersi nella pandemia Covid. Fare prevenzione è importante, cosi come le precoci. Dobbiamo imparare a convivere con il Covid, senza trascurare le altre malattie.

Le nostre associazioni debbono fare rete per aiutare chi sta male – prosegue Zepponi – le persone debbono sapere che c’è qualcun oche ti accompagna nel difficile percorso della malattia. Il malato non deve sentirsi solo. A Rieti abbiamo la possibilità di essere accompagnati nel percorso, ed è tanto! Molte donne e molti uomini si trascurano e scoprono tardi l’eventuale patologia. Per questo motivo stiamo studiando la medicina di genere. Un farmaco che viene prescritto ad un uomo spesso non va vede per una donna, per un fatto di natura. Ed è per questo che nasce la medicina di genere, una medicina mirata e più efficace.

Altro capito fondamentale è la prevenzione nei giovani. Ormai, da quando non esiste più la leva militare quasi nessuno visita l’apparato genitale-urologo dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni. Anche qui è fondamentale, educare, insegnare, prevenire.”

Conferenza Stampa per la presentazione della Campagna nazionale Nastro Rosa 2020

Domani 15 ottobre, alle ore 17,  nell’Aula consiliare del Municipio la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, terrà una Conferenza Stampa per la presentazione della Campagna nazionale Nastro Rosa che quest’anno ha avuto il Patrocinio del Comune di Rieti. L’incontro di svolgerà nel massimo rispetto delle norme antivirus.

Il presidente dell’Associazione dr. Enrico Zepponi illustrerà ai rappresentanti della Stampa, alle autiorità agli invitati,  ai soci LILT e ai cittadini che vorranno partecipare, gli scopi e gli obbiettivi della Campagna.

“La Campagna del Nastro rosa che la LILT Nazionale conduce da decenni – spiega il presidente – vuole promuovere tra le donne in nodo capillare la prevenzione del tumore alla mammella. Per questo ha stipulato un memorandum con l’ANCI, affinché le amministrazioni comunali diano la migliore collaborazione possibile, cosa che l’Amministrazione reatina, come altri Comuni della provincia, ha recepito immediatamente. Sono previste diverse iniziative che saranno illustrate nel corso delle comunicazioni alla Stampa”.

“Per quanto riguarda la LILT Rieti – ha proseguito Zepponi – abbiamo intenzione di proseguire la campagna anche nel mese di novembre aggiungendo ai temi trattati anche le problematiche maschili come il tumore della prostata. Tale campagna l’abbiamo chiamata “Novembre celeste con i baffi”, con chiara indicazione del target che vogliamo raggiungere”.

Nei giorni scorsi, presente il coordinatore dr. Alfredo Cecconi si è insediata la Consulta Femminile dell’Unione regionale delle Associazioni provinciali LILT del Lazio, con la partecipazione della coordinatrice di Rieti Barbara Pelagotti.

Un ampio esame della situazione sanitaria nazionale in merito alla prevenzione del tumore al seno (nel 2019, 53.000 nuovi casi di carcinoma alla mammella; sopravvivenza a 5 anni aumentata dell’87%) ha portato alla necessità di aumentare l’impegno di tutti, con la speranza che la situazione sanitaria torni normale e non sia monopolizzata dal covid 19.

“Ci siano impegnate tutte – dice Barbara Pelagotti – per rivederci entro fine ottobre in un incontro on-line nel corso del quale quattro relatori porteranno la loro testimonianza.

(F.F.) LILT Rieti

Incontro tra delegazione della LILT di Rieti e Comune

Il vicesindaco Daniele Sinibaldi, assessore alle attività produttive e al turismo, ha ricevuto nella sede municipale, una delegazione della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, con il presidente Enrico Zepponi, il vicepresidente Flavio Fosso, le componenti della Consulta femminile Barbara Pelagotti, coordinatrice, e Chiara Simonetti.

Nel corso dell incontro la LILT ha chiesto collaborazione per raggiungere gli obbiettivi indicati dalla Lega Nazionale in occasione dell’annuale campagna dell’ottobre rosa, volta ad incrementare la prevenzione del tumore della mammella. In particolare il vice sindaco ha evidenziato la possibilità di effettuare l’illuminazione in rosa di luoghi e monumenti significativi (durata un mese),

“Questo ci consentirà – ha commentato il presidente Zepponi – a rassicurare la Sede nazionale, la quale da decenni porta avanti la campagna del Nastro rosa nel mese di ottobre, che Rieti e la sua provincia rispondono in pieno alla volontà di incontro tra LILT e ANCI.

Allo scopo di proseguire al meglio nel programma della manifestazione, nella sede sociale si è riunita la Consulta femminile.

Con la coordinatrice Barbara Pelagotti erano presenti Marcella Della Penna, Vincenzina De Gasperis, Valentina Liguori, Anna Rita Masci, Maria Grazia Morganti, Roberta Pace, Patrizia Schifi, Chiara Simonetti, Antonietta Tiberi Vipraio.

Stabilito il necessario accordo tra le diverse professionalità che partecipano alla Consulta vengono valutate le proposte per la sensibilizzazione delle attività di prevenzione.

Considerando le difficolta conseguenti al virus, che non consente presenza di molte persone nello stesso ambiente, si decide: di registrare un video da diffondere sui social circa l’attività della prevenzione rosa; di proseguire nella cooperazione Comuni - LILT e nella stretta collaborazione con l’ASL per il progetto screening.

Da alcuni giorni dal balcone della Torre comunale è esposto lo stendardo Ottobre Rosa LILT.

Screening Sanitario nella Valle

Nel quadro della collaborazione tra organismi che fanno del Volontariato il loro scopo, la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti ha partecipato alla manifestazione “Screening Sanitario nella Valle” organizzata dal Lions Club Antrodoco Velina Gens, presidente l’avv. Cristiano Euforbio, dal titolo “Con i Lions per la medicina preventiva”.

L’incontro con i cittadini dei Comuni della Valle del Velino – per gli screening del tutto gratuiti -  si è svolto nella piazza degli Eroi di Posta dove sono stati alzati tende e gazebo per le visite e le prenotazioni.

Hanno fattivamente collaborato il Comitato di Rieti della Croce Rossa italiana e l’Associazione di Protezione civile Valle del Velino.

Hanno dato la loro collaborazione volontaria i dottori Luigi Bellagamba (cardiologo) Simonetta Cherubini (biologa nutrizionista) Enzo Ferella (oculista) Sergio Paoloemili (anestesista, rianimatore) Arash Sadighi (chirurgo) Francesco Trabattoni (ortopedico). Notevole la partecipazione della popolazione.

Nella postazione della LILT i volontari presenti, presidente Enrico Zepponi, vice presidente Flavio Fosso, Gianni Brunelli, Franco Scipioni hanno provveduto a raccogliere iscrizioni e a distribuire le schede per gli screening oncologici  (collo dell’utero, mammella, colon retto) nel quadro della campagna predisposta dall’ASL provinciale, coordinata dal dr. Mario Santarelli.

Tutta la manifestazione si è svolta nel rispetto delle vigenti norme anticovid.

Al termine il presidente Cristiano Euforbio ha ringraziato tutti per la partecipazione.

Nel corso della settimana nella sede di via dei Salici il presidente Zepponi ha consegnato al delegato della Mensa di Santa Chiara, Ennio Barbante, 48 bottiglie di olio d’oliva.

“E’ la seconda volta che nel corso dell’anno facciamo questa donazione – ha spiegato Zepponi – nel riconoscimento dell’opera umanitaria svolta dalla Mensa di Santa Chiara, rinunciando ad utilizzare quel prodotto per la promozione della nostra Associazione. Pensiamo sia meglio così”.

Sempre  nel corso della settimana passata  si è svolta un’assemblea generale dei soci, debitamente convocata e nel rispetto della norme anticovid, che ha approvato il bilancio preventivo per il 2021.

Consiglio municipale di Cantalupo e LILT – Rieti

Nella rinnovata sala del Consiglio municipale di Cantalupo si è svolto l’atteso incontro tra i dirigenti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione provinciale di Rieti e i rappresentanti del Comuni che fanno parte della Delegazione Sabina, per affrontare i problemi legati al rilancio dell’attività -  la medicina preventiva e l’Ottobre rosa - e la presentazione del progetto ASL “Ricordati di te”, una campagna di screening oncologici gratuiti.

Per la LILT Rieti erano presenti il presidente dr. Enrico Zepponi, il vicepresidente Flavio Fosso, il volontario Franco Vecchi.

Hanno fatto gli onori di casa il sindaco di Cantalupo Paolo Rinalduzzi, con l’assessore Pier Luigi Di Carlo e con il presidente della Delegazione Sabina Luciano Fabrizi, mentre i diversi Comuni erano rappresentati da Eliana Mancini (Selci), Nella Caporali (Roccantica), Laura Serena (Casperia), Martina Domeniconi, Valentina Alfei (Montopoli) Roberta Pastorelli (Poggio Mirteto).

Dopo i saluti del sindaco Rinalduzzi, il presidente Zepponi ha svolto un’ampia relazione con la quale ha affrontato i nuovi problemi che nascono con l’emergenza Covid 19 facendo presente come sia necessaria una totale riorganizzazione perché ogni attività, sia quella amministrativa che sanitaria, si svolgano nel modo più rispettoso delle vigenti normative, per la salvaguardia della salute dei soci impegnati nella segreteria, dei visitatori, dei medici e degli utenti. Per quanto riguarda l’Ottobre Rosa ha invitato i rappresentanti degli enti locali, su sollecitazione della Lilt nazionale, ad illuminare di rosa elementi rappresentativi come palazzi, fontane e monumenti. A questo proposito il vicepresidente Flavio Fosso ha richiamato l’attenzione sul fatto che l’Ottobre Rosa della LILT e la campagna ASL con la stessa denominazione marciano in parallelo puntano agli stessi obbiettivi di prevenzione. Successivamente si è svolto un ampio dibattito sui diversi argomenti. Durante la discussione Luciano Fabrizi ha ricordato il prof. Felice Patacchiola,  per anni medico volontario della LILT, ed il presidente Zepponi ha invitato i presenti ad osservare un minuto di raccoglimento. Infine il presidente Zepponi ha illustrato la nota informativa dell’ASL quindi sono state distribuite le schede ASL per la raccolta degli screening di prevenzione del tumore del collo dell’utero, della mammella, e del colon. Il presidente della Delegazione Sabina ha concluso i lavori assicurando il massimo impegno di tutti i delegati dei Comuni.