Raduno delle “Città del Sollievo”

Si svolto a Rieti il 3. Raduno delle "Città del Sollievo.

La manifestazione si è svolta nei giorni 23 e 24 settembre con la presenza delle Associazioni di volontariato e l'attiva partecipazione dell'Alcli di Santina Proietti. La Lilt è stata significativamente rappresentata dal presidente Zepponi, componenti del Direttivo e del Comitato di presidenza.
Nella Sala Consiliare il Sindaco Cicchetti ha rivolto i saluti di benvenuto della città ai partecipanti, tra cui alcuni sindaci delle Città del
sollievo, dirigenti dell'Associazione Gigi Ghirotti, ANCI, Asl Rieti, Regione Lazio. Moderatore il dott. Mario Santarelli e Numa Cellini. E' stato presentato il progetto "Carta dei Servizi". Sono seguite visita a Rieti sotterranea e cena di benvenuto.
Nella seconda giornata dopo la messa solenne celebrata in Cattedrale dal vescovo di Rieti Domenico Pompili, si è svolto a Palazzo Dosi il convegno imperniato sulla Carta dei servizi moderato da Numa Cellini che ha poi tratto le conclusioni unitamente ad Emilio Carelli. La manifestazione si è conclusa con il pranzo di commiato nella sede dell'Alcli.


III°Raduno Nazionale Città del Sollievo

In occasione del III°Raduno Nazionale Città del Sollievo invitiamo tutti i nostri iscritti e simpatizzanti a partecipare alla manifestazione in programma nei giorni 23-24 settembre(in allegato il programma).
Naturalmente non è necessario presenziare a tutte le manifestazioni, ma sarà significativa la presenza in municipio e in cattedrale.
Cordiali Saluti
il Presidente
Enrico Zepponi

 

Campagna contro il Tumore della prostata

La Sezione LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) di Rieti unitamente alla Delegazione della Sabina, ottimamente guidata da Luciano Fabrizi, con la collaborazione di  Loredana Biaggioni  prosegue la campagna di prevenzione del tumore della prostata. Un’equipe del Laboratorio IGEA guidata dal titolare dr. Matteo Muzzi  si  è recata, per due volte in Sabina. La prima volta a Cantalupo,il 27 luglio dove sono stati effettuati 38 prelievi ematici  (analisi PSA) su altrettanti cittadini dei centri di Cantalupo, Montopoli, Casperia, Selci; successivamente a Mompeo, 31 luglio, dove sono stati effettuati  22 prelievi. Un vero successo per questa iniziativa che avvicina i cittadini alla prevenzione.

Contestualmente nell’ambulatorio della sede di via degli Salici il dott. Piero De Carli, primario urologo del San Camillo di Rieti, ha effettuato 14 visite, sempre nell’ambito della prevenzione  del tumore della prostata.

Va sottolineato che, come nella tradizione della LILT reatina, tutti gli operatori, sia medici che infermieristici o di laboratorio, svolgono la loro preziosa attività a titolo gratuito e di volontariato.

Intanto in riconoscimento della sua attività, ed anche allo scopo di avvicinare la LILT ai problemi della zone disagiate, Rieti è stata scelta come sede degli Stati Generali del malato di tumore  del Lazio  che si svolgeranno il 28 ottobre. Per questo importante avvenimento si è stretta la più ampia collaborazione con l’ALCLI.

La sede reatina resta chiusa per la ferie estive fino al 27 agosto.

solidarietà diretta

La Solidarietà paga: a Santa Giusta di Amatrice l’Associazione Libera di Rieti e di Sulmona, la LILT di Rieti, Musikologiamo, il Comitato Festa della Madonna del Rosario della parrocchia di San Giovanni da Capestrano, il Centro Sant’Eusanio di Rieti, hanno consegnato a Fabio Fantusi dell’Azienda agricola Il Destriero, 35 arnie, un tavolo di lavorazione e 35 sciami di api. Ciò significa che l’azienda  (prima del terremoto si occupava anche di trekking equestre) potrà riprendere l’attività e far tornare a vivere una parte del martoriato territorio amatriciano.

Alla simpatica cerimonia di consegna delle arnie hanno partecipato il responsabile dell’Associazione Libera di Rieti Maurizio De Marco, Antonio Sacco e Roberto Pizzocchia  di Musikologiamo, per il Centro Sant’Eusanio Nunzio Virgilio Paolucci, , Federica Marinucci di Libera Sulmona e  rappresentanti della parrocchia di Capestrano,  Flavio Fosso e Filippo Orlandi della LILT di Rieti, anche in rappresentanza della LILT di Como che ha contribuito con propri fondi alla raccolta.

L’iniziativa  è nata da un’idea di Antonio Sacco che ha trovato subito l’appoggio di Maurizio De Marco il quale ha coinvolto don Ciotti e l’Associazione Libera, che dallo scorso anno ha una Sezione anche a Rieti. Egli prendendo la parola ha sottolineato l’immediato consenso di Don Ciotti all’iniziativa e come questa volta la solidarietà abbia prevalso oltre ogni difficoltà. Ha ringraziato tutti i presenti e la pattuglia di Polizia di Stato inviata per la sicurezza della riunione. Flavio Fosso ha ricordato la partecipazione nella raccolta fondi delle sezioni della Lilt di Rieti e Como, assicurando per il prossimo futuro un più diretto intervento dell’Associazione anche con l’ambulatorio itinerante della Sezione di Siena.

Dopo l’augurio di un buon futuro rivoltogli da Nunzio Virgilio Paolucci del Centro Sant’Eusanio, Fabio Fantusi, visibilmente commosso ha ringraziato ancora tutte le associazioni con brevi ma toccanti parole. Significativa la breve cerimonia del taglio del nastro delle rinnovata struttura agricola.

LIBERA-LILT

Collaborazione tra la sezione lilt di rieti e la sezione lilt di Siena

E’ iniziata con un pieno successo la collaborazione tra le Sezioni della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori) di Rieti e Siena, conseguente ad un proficuo scambio di colloqui intervenute nei mesi scorsi tra i rispettivi presidenti dr. Enrico Zepponi e dr.ssa Gaia Tancredi (il  past president della sezione toscana dott. Franco Nobile è originario di Poggio Mirteto).

Una Struttura operativa medica senese, dotata di mezzo proprio,  composta dalla dott.ssa Laura Lazzeri e dal collaboratore tecnico Alessandro Pilli, ha raggiunto la località di Montopoli in Sabina. Qui  è stata ricevuta dal vice presidente della LILT di Rieti Flavio Fosso con il  socio affiliato al direttivo dr. Franco Vecchi, dal vice sindaco del comune di Montopoli  Valentina Alfei e dalla vice presidente dell’associazione giovanile Young at Work Fabiana Ammiraglia, cui si sono aggiunti la dr.ssa Loredana Biagioni vice sindaco di Cantalupo e il dr. Luciano Fabrizi  presidente Delegazione Sabina LILT Rieti.

Dalle ore 10 sono iniziate le visite dermatologiche per la prevenzione del Melanoma della pelle che si sono protratte fin oltre le ore 18,cui si sono sottoposti oltre cinquanta cittadini maschi, ma soprattutto femmine di Montopoli e del circondario.

Al termine il dr. Fabrizi ha illustrato agli ospiti senesi la situazione dei vari paesi della Sabina, che per essendo fuori dal cosiddetto cratere sismico hanno subito danni a strutture pubbliche e private, mentre la dr.ssa Biagioni ha parlato della sua esperienza nella Protezione civile durante le tragiche giornate dell’agosto 2016.

Al momento dei saluti sono stati donati agli ospiti bottiglie di olio extravergine prodotto a Montopoli, pubblicazioni delle stesso Comune ed il libro “Forza Rieti” edito a cura della LILT di Rieti.

 

 

LA SEZIONE LILT DI RIETI IN UDIENZA DAL PAPA

E’ stato il presidente dott. Enrico Zepponi a rappresentare la Sezione di Rieti all’udienza riservata particolare concessa dal Papa nella Sala Clementina del Vaticano ai presidenti, commissari e vice presidenti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) provenienti da tutta Italia e presenti in modo massiccio.

L’udienza è iniziata con la presentazione della LILT e dei suoi presidenti effettuata dal presidente Nazionale dott. Francesco Schittulli. Ha quindi preso la parola Sua Santità che ha avuto nobili parole di incoraggiamento e comprensione dell’attività della LILT. Successivamente ha salutato uno ad uno tutti i presenti offrendo a ciascuno un piccolo omaggio a carattere religioso. L’udienza iniziata intorno alle 12 si è conclusa dopo circa un’ora.

Soddisfatto il presidente Zepponi. “E’ stata una cosa molto intensa e sotto certi aspetti commovente ”.

Prosegue intanto l’attività della Sezione sia dell’Ambulatorio solidale all’interno della Sede, sia per l’inizio della collaborazione con la Sezione di Siena che ha offerto un camper ed alcuni medici per effettuare visite dermatologiche in Sabina.

L’evento si verificherà il 5 luglio a Montopoli

.

LILT e lo SPORT

LILT e lo SPORT

La nostra Sezione è stata presente durante lo svolgimento del Rieti Sport Festival giunto alla seconda Edizione.

Il banchetto espositivo, presenti il presidente Enrico Zepponi ed il vice presidente Flavio Fosso, ha consentito la distribuzione di materiale propagandistico, schede operative della Sezione, mentre alcune persone si sono iscritte all’Associazione.

La Lilt Rieti prosegue dunque nella sua azione di sensibilizzazione della cittadinanza reatina.

Rappresentanza della LILT di Rieti alla festa della Repubblica

Su invito del prefetto dr. Valter Crudo la LILT, sezione di Rieti, ha partecipato alla celebrazione del 71. Anniversario della nascita della Repubblica Italiana con due suoi rappresentanti, il vice presidente cav. Flavio Fosso, delegato dal presidente Enrico Zepponi, e la consigliera avv. Barbara Pelagotti, presente anche nel suo ruolo istituzionale di Sindaco di Rivodutri.

Dopo la manifestazione militare e civile in piazza Cesare Battisti nell’Aula magna della Prefettura gli invitati hanno assistito al concerto di Fisarmoniche del Quartetto diretto dal maestro Roberto Fuccelli, del Liceo Musicale, al termine del quale e dopo l’Inno nazionale il Prefetto ha invitato i presenti ad un brindisi.

Il vice presidente Flavio Fosso ha portato al dr. Crudo i saluti personali del Presidente Zepponi ed ha preso contatti con rappresentanti dei Ministeri degli Interni e dell’Istruzione per successive collaborazioni.

 

31 maggio, giornata mondiale contro il tabacco

31 maggio, giornata mondiale contro il tabacco. Quest’anno l’OSM ha individuato il tema: “Tabacco, una minaccia per lo sviluppo”  che la LILT (Lega nazionale per la lotta contro i tumori) ha fatto proprio promuovendo una grande campagna di informazione, indirizzata soprattutto verso la giovani generazioni.

“ Stabilito che la promozione della salute significa sviluppo – commenta il  presidente della Sezione provinciale di Rieti dottor Enrico Zepponi – la nostra Associazione che ha fatto della prevenzione del male la sua ragion d’essere, è naturalmente in prima fila. Da quasi 100 anni la LILT cura la promozione della salute a cominciare dal “respiro libero” inteso come non dipendenza dal fumo di tabacco che è la più importante causa, prevenibile, della malattia neoplastica.

Considerato che l’Italia è stata il primo grande paese europeo a dotarsi di una legge antifumo – prosegue Zepponi – La LILT ha coinvolto numerose Sezioni provinciali, tra cui la nostra in un progetto nazionale denominato “Cresci libero stili di vita e salute negli adolescenti: il problema dell’abitudine al fumo nei giovani da 11 a 19 anni in Italia” Obbiettivo generale del progetto è stato la definizione di una campagna mediatica e di azioni educative nei confronti degli studenti delle scuole superiori e le azioni di educazione e supporto alla disaffezione al fumo”.

“In questo quadro – conclude il Presidente – seguiamo con attenzione e apprezziamo le iniziative mese di essere da altre Istituzioni reatine come ad esempio l’ASM e l’ASL”.