Cantalupo – “Giornata di prevenzione delle malattie otorinolaringoiatriche”

Comunicato n. 33

Promossa dalla LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti che ha inviato il medico volontario dott. Alberto Castellani e organizzata dalla Delegazione della Sabina, si è svolta a Cantalupo la “Giornata di prevenzione delle malattie otorinolaringoiatriche”.

Sede della seduta l’ambulatorio della farmacia Binaghi dove il dott. Castellani ha visitato 53 cittadini tra uomini donne e bambini allo scopo di rilevare eventuali patologie.

“Scopo della Giornata – ha spiegato il coordinatore della Delegazione sabina dott. Luciano Fabrizi – che è nella realtà lo scopo della LILT, è la prevenzione delle alte vie respiratorie ed ha avuto pieno successo. Non soltanto per la grande partecipazione di persone interessate, ma anche perché non stato evidenziato nulla di patologico”.

“Da anni – ha aggiunto – la Delegazione che mi onoro di rappresentare svolge una vasta attività sul territorio provinciale che ha sempre bisogno di sentirsi non abbandonato in fatto di assistenza medica. Debbo ringraziare il dott. Castellani, le responsabili della Farmacia Binaghi e tutti i cittadini di Cantalupo e degli altri Comuni che hanno risposto al nostro appello, lanciato, come sempre a loro vantaggio.

La Delegazione vede crescere di numero i Comuni collegati e questo ci riempie di soddisfazione e ci fa pensare che la fase regressiva legata al Covid sia stata ormai superata”

Lilt – presentazione libro “La grande Roma dei Tarquini”

Comunicato n. 32

Pieno successo per l’evento culturale organizzato dalla LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti - con il Patrocinio dell’Amministrazione comunale, del Rotary Club di Rieti e la collaborazione della libreria Mondadori Book - svoltosi nella Sala consiliare del Municipio alla presenza di un folto pubblico, attento ed interessato.

Scopo dell’evento la presentazione del libro “La grande Roma dei Tarquini” da parte dell’autrice, dr.ssa Emma Pomilio.

Ha fatto gli onori di casa l’assessore alla cultura del Comune di Rieti Letizia Rosati che ha sottolineato la vicinanza dell’Amministrazione ad ogni iniziativa che aumenti la divulgazione storica elevando la conoscenza collettiva.

A sua volta il presidente della LILT Rieti ha sottolineato come anche un fatto culturale possa richiamare l’attenzione alle iniziative dell’Associazione, come avviene in questo mese con il programma Percorso Azzurro per la prevenzione del tumore nel genere maschile.

Magistrale la relazione del prof. Gianfranco Formichetti che ha fatto il giusto collegamento tra conoscenza storica e fantasia consentendo ad un romanzo di farsi apprezzare. La sua lettura di due brani del libro è stata ascoltata con attenzione e lungamente applaudita.

Prima di dare la parola all’autrice il moderatore Flavio Fosso, ha richiamato l’attenzione sul 25 novembre, giornata del contrasto alla violenza sulle donne mostrando una brochure distribuita dalla Polizia e ciò ha offerto l’occasione alla dr.ssa Pomili di fare un lungo excursus sulla condizione della donna in epoca romana ed etrusca, prima di tornare sull’argomento “Tarquini” che ha illustrato con dovizia di particolari. La giornata contro la violenza sulle donne ha consentito un breve dibattito nel corso del quale è intervenuto anche il dott. Gherardi, ricercatore scientifico e già presidente della Baxter.

La manifestazione si è conclusa con i saluti del presidente Zepponi che ha ringraziato l’Amministrazione per l’ospitalità, e ricordato lo scopo della LILT: la diffusione del concetto di “prevenzione”.

PERCORSO AZZURRO 23-30 NOVEMBRE 2022

Comunicato n. 30

Inizia oggi il “Percorso Azzurro” un progetto della Lega Italiana per la lotta ai tumori riservata agli uomini, con lo slogan  “Non perdere il filo della Prevenzione: contro i tumori maschili è la tua prima alleata”

Aderendo al progetto, l’Associazione LILT di Rieti , in collaborazione con il laboratorio Synlab (ex Igea) ha posto in essere un’iniziativa  per offrire agli uomini interessati un “dosaggio gratuito  per l’esame del PSA” presso il laboratorio Synlab. Per le informazioni necessarie sono a disposizione la segreteria della LILT Rieti con il numero di telefono 0746 268112 e lo stesso laboratorio con  il numero 0746 271050.

“Questo percorso è necessario – spiega il presidente dott. Enrico Zepponi – per coinvolgere maggiormente gli uomini nel programma della prevenzione, ben sapendo che questi finora appaiono meno sensibili rispetto alle donne. Noi ci rivolgiamo anche ad esse, perché convincano tutti gli uomini di famiglia a salvare la propria salute, affrontando quello che è uno dei loro maggiori nemici, il tumore della prostata”.

“Ecco l’importanza della prevenzione, ma poi quando si deve ricorrere al medico e alla chirurgia e anche successivamente all’intervento, è necessaria un’ulteriore opera di sostegno per affrontare il “dopo”. Da qui la necessità per malati ed ex malati di avere contatti e condividere le proprie esperienze legate alla malattia entrando in contatto con altre persone che hanno vissuto o stanno vivendo un’esperienza analoga alla propria: (ex pazienti, pazienti e loro famiglie, volontari e la comunità medico scientifica). E’ nato così - da un’idea di Gabriella Cavoli da realizzare in collaborazione con l’Associazione PaLiNUro - lo Sportello di Ascolto per malati di tumore alla vescica che la LILT Rieti affiancherà nella sua attività”.

“Il tumore della vescica – prosegue Zepponi  - rappresenta la quarta neoplasia più frequente negli uomini e la quinta nella popolazione totale. L’età di maggiore incidenza è dopo i 60 anni e il sesso maschile è più frequentemente colpito rispetto a quello femminile, che rappresenta circa 1/5 dei casi totali”.

E’ in questo clima di maggior conoscenza, in coincidenza con il Percorso azzurro ed suoi i futuri impegni, che la LILT Rieti ha anche avuto l’onore di invitare – venerdì 25 novembre, Sala consiliare del Comune, ore 17 – la scrittrice Emma Pomilio per la presentazione del suo ultimo libro “La grande Roma dei Tarquini”. Interverranno il prof. Gianfranco Formichetti, il presidente Enrico Zepponi e il vice presidente Flavio Fosso.

Stati Generali dei malati di tumore della LILT del Lazio

Comunicato n. 28 bis

“Gli Stati Generali dei malati di tumore del Lazio della LILT svoltisi a Frosinone e ai quali abbiamo partecipato in rappresentanza dell’Associazione di Rieti sono stati un momento importante di incontro e di stimolo a fare ancora meglio il nostro lavoro per la promozione della Prevenzione, nel tentativo sempre rinnovato di sconfiggere il male”.

Il presidente dr. Enrico Zepponi così commenta la partecipazione agli Stati Generali dove la LILT Rieti è stata presente con lo stesso presidente e l’avv. Barbara Pelagotti, vice coordinatrice della LILT Lazio, accompagnati da Paola Marinangeli del Centro Servizi Volontariato.

Barbara Pelagotti ha moderato i lavori - presenti numerosi amministratori locali e regionali - cui hanno partecipato con interventi significativi il dott. Norberto Venturi Coordinatore regionale e membro del Direttivo nazionale, e il dr. Alfredo Cecconi, Ideatore del Premio della Solidarietà.

Un momento particolarmente toccante si è avuto quando Paola Marinageli ha presentato il suo libro “In punta di piedi”(edito dall’Alcli)  nel quale racconta la sua esperienza, un dialogo intimo con il figlio Simone prematuramente scomparso a soli otto anni.

“Il libro – ha detto ancora l’Autrice – vuole essere un inno alla vita e alla speranza di fronte ad un ostacolo che mi ha diviso materialmente ma non spiritualmente da mio figlio. E’ un messaggio che anche tramite la scuola mi auguro possa raggiungere i giovani di oggi”.

Toccante anche la presentazione del libro “Al volante della mia vita” da parte dell’autrice Alessandra Pederzoli

Altri momenti significativi la relazione della dott.ssa Paola Michelozzi direttore dell’Epidemiologia Ambientale Occupazionale e Registro Tumori della Regione Lazio; la consegna del Premio di Solidarietà a Patrizia Ravaioli, presidente dell’associazione Donne leader nella Sanità, al prof. Domenico Rivelli, presidente LILT Bologna Rivelli, al dr. Giovanni Del Giaccio caporedattore de Il Messaggero di Frosinone

“L’incontro di Frosinone - ha detto la vice Coordinatrice del Lazio Barbara Pelagotti - è stato un importante evento che ha rinnovato il comune impegno di associazioni ed istituzioni nel portare avanti una strategia comune nei diversi ambiti per combattere efficacemente il tumore ad affiancare il malato nelle fasi della malattia.  Tutti gli attori di tale processo, a partire dalla ASL ma anche le associazioni e gli interlocutori politici a tutti i livelli, hanno confermato che la strategia vincente è l'adozione di un corretto stile di vita, declinato nelle sue varie sfaccettature, che inizia dall'alimentazione sana, passa attraverso lo sport e si completa con la partecipazione agli screening di prevenzione. l'obiettivo è quello di ridurre i fattori di rischio ed intervenire con rapidità sull'eventuale insorgenza della malattia agli inizi.

il coordinamento regionale sta mettendo in campo nuove iniziative a sostegno di tale importante proposito”.

Ottobre rosa – Delegazione Sabina e Lilt Rieti

Comunicato n. 27_2

L’Ottobre rosa, manifestazione promossa dalle LILT Nazionale, per propagandare il concetto di Prevenzione delle malattie oncologiche, ha avuto un grande impulso dall’  Associazione di Rieti, non solo nel capoluogo, ma anche sul territorio provinciale.

In questo quadro ha avuto una notevole parte la Delegazione Sabina, che con l’insostituibile collaborazione della dott.ssa Margherita Giorgini ha organizzato tre giornate di screening gratuiti.

Dopo la prima giornata, svoltasi nei primi giorni del mese a Cantalupo nell’ambulatorio del dott. Mario Giorgini con l’intervento della dottoressa, Margherita ne sono seguite altre due.

Il giorno 27 Ottobre dalle 9.30 alle 13.00 presso il Centro Polispecialistico Forano di Medicina Specialistica e Strumentale il cui Staff,  coordinato dal Dr.  Arnaldo (Nando) Cianfa, è stato fattivamente partecipe contribuendo alla buona riuscita della giornata di screening ginecologici a cui hanno aderito 18 donne di diverse età.

Il giorno successivo la seduta operativa si è nuovamente tenuta, sempre presso lo Studio medico Giorgini a Cantalupo in Sabina, la ginecologa Margherita Giorgini dalle 9.00 alle 18.00 ha visitato 39 donne tra cui alcune ragazze alla loro prima visita. La dottoressa ha prescritto anche alcuni esami di approfondimento.

Le tre giornate sono state coordinate per la Delegazione Sabina da Luciano Fabrizi, le donne che hanno aderito sono giunte dai comuni di Stimigliano, Selci, Cantalupo , Montasola, Montopoli, Poggio Mirteto e Casperia, tutti associati alla LILT Rieti.

“Debbo ringraziare tutti coloro che hanno aderito alla nostra iniziativa – ha dichiarato il Coordinatore della Delegazione Sabina dr. Luciano Fabrizi – consentendoci di contattare e visitare più di settanta persone. Un successo che ci riempie di soddisfazione in quest’anno di grande ripresa”.

“Le giornate di prevenzione non finiscono qui – ha detto il presidente Enrico Zepponi perché le iniziative operative proseguiranno fino alla fine dell’anno. Durante il mese di novembre daremo inoltre vita a giornate analoghe che interesseranno gli uomini nell’ambito del “Percorso azzurro.

“Infine consentitemi di ringraziare la dott.ssa Margherita Giorgini e Luciano Fabrizi, due colonne della LILT in Sabina”.

“Convegno sull’importanza degli screening oncologici nella prevenzione dei Tumori” – Montelibretti

Comunicato n. 26

Nel quadro della collaborazione iniziata già alcuni anni orsono, la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti è stata invitata dall’Amministrazione Comunale di Montelibretti al “Convegno sull’importanza degli screening oncologici nella prevenzione dei Tumori”.

All’evento hanno partecipato con il Sindaco dott. Luca Branciani, che l’ha presieduto,  la dott.ssa Roberta Rossi Brunori, Consigliera comunale con delega alla Sanità, la dott.ssa Valentina Petitto, Consigliera del’Ordine dei Farmacisti di Roma, il dott. Romano Baccani.

Relatore il dott. Pasquale Valente, Direttore f.f. UOC Popolazione a rischio, screening e sani stili di vita dell’ASL Roma 5.

La LIlt di Rieti era rappresentata dal vice presidente cav. Flavio Fosso e dal socio volontario Marco Fieramonti.

Nel suo intervento di saluto il Sindaco Branciani, oltre a sottolineare l’attivo impegno dell’Amministrazione per la propaganda del prezioso tema della Prevenzione, incrementato in questo periodo denominato “Ottobre Rosa”, ha rimarcato l’amicizia e la collaborazione tra Amministrazione di Montelibretti e LILT Rieti pur se operanti in due provincie diverse.

La dott.ssa Petitto ha commosso l’uditorio facendo la narrazione dei cinque anni trascorsi nella lotta al male e alle sue conseguenze, una battaglia vinta senza nascondersi e affrontata con grande determinazione.

La dott.ssa Rossi Brunori, delegat alla Sanità, nel suo intervento ha indicato la necessità di proteggere la propria salute abbracciando stili di vita sani, praticando la prevenzione e quindi utilizzando il metodo degli screening che possono scoprire la malattia al suo insorgere:

Approfondita la relazione del dott. Valente che ha parlato dei sani stili di vita, sempre più necessari con il passare degli anni, dell’importanza degli screening, delle pratiche mediche, toccando il tema “tumori”, dal suo possibile insorgere fino alla sua auspicabile sconfitta, mentre il dott. Baccani ha aggiunto al suo intervento una performance teatrale divulgativa.

A sua volta il vice presidente Flavio Fosso, oltre a congratularsi per l’organizzazione del Convegno ha evidenziato l’attività della LILT Rieti sia nel territorio della provincia di Rieti, dove è attiva una Delegazione Sabina, sia in zone di confine, come appunto Montelibretti, con tutte le problematiche che ciò comporta. Egli ha indicato la necessità di diffusa comunicazione possibile affinché certi messaggi, come la prevenzione, raggiunga la maggior parte di popolazione possibile.

Giornata mondiale per la lotta contro il tumore del seno, ASL ALCLI e LILT – Rieti

Comunicato n. 25

“La prevenzione è la nostra migliore amica” Con questo slogan ieri  19 ottobre,  Giornata mondiale per la lotta contro il tumore del seno, ASL ALCLI e LILT hanno organizzato, nei locali del Centro Commerciale Perseo  una raccolta di prenotazioni per la mammografia, la diagnosi precoce  dei tumori del colon retto e del collo dell’utero.

A raccogliere le prenotazioni si sono impegnati le rappresentanti dell’ASL, dott.ssa Anna Lisa Aureli, Coordinatrice infermieristica degli screening oncologici , Anna Maria Battato Coordinatrice professionale sanitaria; dell’ALCLI, Luciana Colantoni, Caterina Picconi, Fiorella Eleuteri, Daniela Angelucci e gli Operatori del Servizio civile; della LILT, Anna Rita Masci, Rita Cattani, Antonietta Tiberi Vipraio, Oria D’Angeli, Marcella Della Penna, Franco Scipioni, Giampietro Spadoni e Patrizia Schfi.

Nel corso della giornata sono state raccolte oltre ottanta prenotazioni

“Considerando la giornata lavorativa – ha commentato la dott.ssa Aureli -  noi e volontarie e volontari delle Associazioni possiamo considerarci più che soddisfatti perché la cittadinanza ha risposto secondo le aspettative. Nei prossimi giorni concorderemo gli appuntamenti. Superate le difficoltà della pandemia posso dire che già lo scorso anno abbiamo ottenuto ottimi risultati sia in termini di estensione che di copertura. Speriamo di fare ancora meglio”.

La Coordinatrice del “Progetto Alcli donna”, Marisi Sciarrini a sua volta, ha sottolineato il costante impegno delle Associazioni e degli Operatori del Servizio civile, mentre il presidente della LILT Rieti dott. Enrico Zepponi ha ricordato come la collaborazione con ASL ed ALCLI stia dando ottimi frutti.

Panchina rosa a Fiamignano – Rieti

Comunicato n. 24

Con una notevole partecipazione di suoi cittadini, Fiamignano ha inaugurato la tredicesima panchina rosa della Provincia di Rieti, popolare simbolo della Campagna dell’Ottobre Rosa della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) per propagandare il concetto della Prevenzione, dimostratasi una delle più importanti forma di forma di contrasto del tumore, in particolare del tumore al seno.

La panchina è stata scoperta, di fronte al monumento ai Caduti, alla presenza del sindaco Filippo Lucentini, del vice sindaco Ferdinando Calderini, dell’assessore al Decoro urbano, demanio e protezione civile Domenica Rinaldi, della consigliera comunale delegata alla salute Manolita Alvisini, del consigliere capogruppo di maggioranza Simone Salini, i dei consiglieri Giorgia Cianetti e Gabriele Cianetti.

Per la LILT Associazione provinciale di Rieti,  hanno partecipato il presidente Enrico Zepponi, il vice presidente Flavio Fosso, il consigliere Franco Scipioni, le socie Rita Grillo, Daniela Persichilli, Virginia Ricci.

Successivamente, nella Sala consiliare del Municipio, il Sindaco ha rivolto il suo saluto a tutti i presenti, cittadini ed ospiti, sottolineando l’impegno dell’Amministrazione ad informare i cittadini, a stringere ancora di più i rapporti con la LILT, allo scopo di proteggere la Comunità contro l’insorgere di malattie gravi, tumore in primo piano.

La consigliera delegata alla Salute Manolita Alvisini, con l’aiuto di efficaci slide ha parlato a fondo della prevenzione nei suoi tre volti: primaria, corretti stili di vita; secondaria, raccolta screening e diagnosi precoce; terziaria, terapia riabilitativa.

Successivamente il presidente Zepponi ha svolto un’esauriente relazione che, riprendendo i concetti espressi dalla consigliera Manolita, ha illustrato i progressi fatti nella lotta al tumore, grazie alla “prevenzioned”. Il presidente ha toccato numerosi altri temi riguardanti i più vasti aspetti della lotta contro il tumore. Per quanto riguarda l’Associazione LILT Rieti ha descritto l’attività informativa e medica che da essa viene svolta ricordando alcuni interventi straordinari, anche di sostegno finanziario, effettuati in casi di estremo disagio.

Il vice presidente Flavio Fosso si è congratulato con gli organizzatori dell’incontro e con i cittadini accorsi in numero veramente significativo. Ha poi dato le necessarie informazioni per tenere continuativi contatti.

Numerose le prenotazioni per gli screening e le iscrizioni alla LILT Rieti, raccolte dal dirigente Scipioni. L’Associazione in futuro avrà proprio Manolita Alvisini come persona di riferimento per il Comune di Fiamignano.

Ottobre rosa a Cantalupo

Comunicato n. 23

Grazie all’impegno della Delegazione Sabina della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione provinciale di Rieti di cui è coordinatore il dr. Luciano Fabrizi, la campagna dell’Ottobre rosa sta avendo un ampio riscontro.

Dopo la prima giornata di visite ginecologiche della dott.ssa Margherita Giorgini che ha avuto come sede Cantalupo, altre due ne seguiranno il 27 e 28 ottobre a Forano e di nuovo a Cantalupo. In questa seconda data la dott.ssa Giorgini sarà impegnata l’intera giornata per poter far fronte alle aumentate richieste.

“Abbiamo tempestivamente iniziato la campagna per le prenotazioni degli screening – dice Luciano Fabrizi – sia per le mammografie che per hpv/pap test e colon retto. Ciò è conseguenza delle sinergie stabilitesi tra la LILT di Rieti - di cui la Delegazione Sabina è un’emanazione -  l’ASL, la Regione Lazio e l’Alcli. Nel capoluogo la raccolta delle adesioni avverrà il prossimo 19 ottobre Giornata mondiale per la lotta contro il tumore del seno”.

“Avendo potuto riprendere in pieno l’attività – aggiunge Fabrizi - abbiamo dato vita ad una serie di iniziative culminate con un evento straordinario per il Quarantennale della LILT Provinciale al quale ha partecipato il noto attore e regista Carlo Verdone con le maggiorità autorità cittadine, il presidente Zepponi, numerosi componenti del Direttivo ed una vasta partecipazione cittadina. Ed abbiamo ancora un vasto programma per i restanti mesi dell’anno”.