Author Archives: Filippo Orlandi

LILT Rieti esprime il proprio cordoglio per scomparsa del prof. Umberto Di Domenico

Il presidente della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, dott. Enrico Zepponi, unitamente all’intero Consiglio Direttivo, a nome degli associati ricorda la figura del prof. Umberto Di Domenico, già vicepresidente della LILT Rieti.

“Il prof. Di Domenico – dice Enrico Zepponi – ha partecipato alla vita della LILT per lunghissimo tempo ricoprendo anche la carica di vice presidente raggiunta con votazione unanime. Il suo impegno è stato costante ed ebbe un ruolo difficile ed impegnativo nel momento doloroso della scomparsa dell’allora presidente dr. Ivan Liguori al cui nome abbiamo intitolare l’Associazione.

Dopo la mia successione al dr. Roberto Tempesta, Umberto Di Domenico decise che era il momento di passare la mano, ma rimase vicino all’Associazione che aveva contribuito a far crescere.

Tutti noi della Lega Italiana per la Lotta contro i tumori siamo vicini alla moglie, signora Maria Pia alle figliole Cristina Danila e Patrizia, e ai familiari in questo momento di grande dolore”.

LILT Rieti e servizio civile universale

Comunicato n. 01/21

Alla LILT Rieti è stato approvato un progetto dal servizio civile universale.

Anche per il 2021-2022 è stato pubblicato il bando per la selezione di operatori volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale, e la LILT ( Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) Associazione Provinciale di Rieti ODV partecipa con un progetto denominato C.A.RE. Il progetto vuole “promuovere la salute di tutti i cittadini e contribuire a rafforzare l’efficienza e l’efficacia dei servizi offerti in favore dei cittadini per la prevenzione e la cura di malattie oncologiche, nonché integrare e supportare i servizi sanitari pubblici e realizzare un’azione di prevenzione generalizzata mirata attraverso le campagne di screening e le attività di informazione e sensibilizzazione.” Per tale attività la LILT Rieti ricerca un giovane da inserire nella propria Sede di Rieti in via dei Salici, 65. La durata del servizio è di 25 ore settimanali per 12 mesi, con un compenso mensile pari € 439,50 corrisposto direttamente dal Dipartimento per le Politiche giovanili.
Per essere ammessi alla selezione occorre aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo (28 anni e 364 giorni ). Gli aspiranti candidati dovranno produrre domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma DOL (domanda on line) all’indirizzo : https://domandaonline.serviziocivile.it
Alla piattaforma si può accedere solo tramite SPID e la scadenza per presentare la domanda è il giorno lunedi 8 febbraio 2021 alle ore 14.
Per ulteriori informazioni sul Bando e per la selezione  gli interessati possono collegarsi al sito www.volontariato.lazio.it oppure  contattare il CSV Lazio di Rieti via E.Mercatanti 5/E tel. 0746 272342.

 

La cena di beneficenza della LILT è stata RINVIATA

LA CENA SOCIALE DEL 31 GENNAIO 2020 È STATA RINVIATA

Il presidente della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) associazione odv di Rieti, dottor Enrico Zepponi, rende noto che la cena di beneficenza in programma venerdì 31 gennaio 2020 è stata rinviata a data da destinarsi.

La decisione è stata presa all’unanimità nel corso di una riunione urgente del Consiglio Direttivo LILT.

La Lilt si racconta alla conferenza di “Rieti Medievale”.

Nel quadro del programma Cultura e Solidarietà della Fondazione Varrone che coinvolge le associazioni di volontariato della provincia la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) di Rieti è stata prescelta – allo scopo di avere ancora maggiore visibilità e sostegno – per essere presente alla Conferenza “Rieti Medievale” svoltasi nell’antica chiesa di San Giorgio.

Protagonista lo storico Franco Cardini, che doveva essere intervistato dal giornalista Federico Fioravanti, ma praticamente ha interessato lo straripante pubblico coinvolgendolo in modo totale, portando alla ribalta i grandi fatti che nel corso dei secoli hanno trovato spazio nella nostra città.

La LILT Rieti era presente con il vicepresidente Flavio Fosso ed i volontari Valentino Gunnella, Anna Rita Masci, Franco Vecchi, Marcella Della Penna, Antonietta Tiberi Vipraio, Filippo Orlandi. La serata è stata aperta dalla presentazione dell’evento da parte dalla giornalista Alessandra Lancia, della Fondazione Varrone, che ha dato la parola al vice presidente Flavio Fosso il quale ha descritto ai presenti gli scopi della LILT, il suo inserimento nel tessuto sociale, i risultati ottenuti concludendo con l’invito a tutti a partecipare alla cena di beneficenza in programma il prossimo 31 gennaio nel ristorante “Da Valerio” a Santa Rufina.

Significative le parole del presidente della Fondazione Antonio D’Onofrio che ringraziando tutti i presenti, autorità e cittadini, ha detto di considerare quello effettuato un primo passo nella rilettura della Storia cittadina, cui ne seguiranno altri.

“Debbo ringraziare la Fondazione Varrone per l’attenzione riservataci – ha commentato Flavio Fosso – che ci ha consentito di far conoscere ancora meglio la nostra organizzazione cui negli ultimi anni ha dato un grande slancio il presidente Enrico Zepponi. Ringrazio ancora il dottor Mario Santarelli per il lavoro che svolge quale rappresentante delle associazioni di volontariato nell’ambito della Fondazione stessa”.

LILT Rieti, riprendono i servizi ambulatoriali di medicina preventiva


Dopo la pausa di fine anno è ripresa in pieno l’attività della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) associazione di Rieti, per un 2020 che promette ancora maggiori risultati in conseguenza della ristrutturazione statutaria e operativa effettuata nel 2019.

Pertanto gli interessati al servizio ambulatoriale di medicina preventiva possono riprendere i contatti con la sede di via del Salici 65 telefonando al numero 0746 268112.

Ad essi risponderà un volontario dell’Associazione che iscriverà ciascuno nella lista dei vari specialisti e che successivamente li richiamerà per fornire la data della visita.

Grande partecipazione alla Cena sociale 2019 della Lilt di Rieti

A dimostrazione del consolidato inserimento nel contesto cittadino della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Sezione provinciale di Rieti, centinaia di iscritti e simpatizzanti hanno partecipato alla Cena sociale nel noto ristorante Da Valerio a Santa Rufina di Cittaducale.

Il Prefetto di Rieti, dr.ssa Giuseppina Reggiani ha portato personalmente il suo saluto. Tra i presenti il sindaco di Cittaducale Leonardo Ranalli.

Comprensibile la soddisfazione del presidente dott. Enrico Zepponi e dei suoi collaboratori il quale ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i presenti  sottolineando in modo particolare l’impegno dei medici e tecnici volontari che ha voluto nominare uno ad uno: Alberto Castellani, Maria Costanza Ciancarelli, Piero De Carli, Francesca Donati, Margherita Giorgini, Serenella Grassi, Mauro Marchili, Felice Patacchiola, Antonio Pietrovanni, Monica Rauco, Carmine Sicuranza, Mauro Tosoni, Matteo Muzzi, responsabile del Laboratorio Analisi Igea.

Il presidente ha evidenziato l’attività dei componenti il Consiglio direttivo e dei soci volontari senza la cui collaborazione la LILT non avrebbe raggiunto i traguardi attuali nella prevenzione delle malattie oncologiche.

La serata è stata allietata da un intervento canoro della piccola Elisa Zigliara, dieci anni, vincitrice, tra l’altro, delle finali del  Cantagiro svoltesi ad Assisi e che  attualmente frequenta il Nams di Rieti sotto la guida dei maestri Valentina Rossi e Luca Tosoni.

Applaudita l’esibizione della coppia di ballerini dell’Interamna Tango di Terni, Marco Renzicchi e Valentina Falcetelli, che insegnano ballo anche al Centro sociale di Rieti, e l’intermezzo cabarettistico di Giovanna Palomba, personalità sempre vicina alla LILT. Ovazione per il dott. Antonio Pietrovanni che ha recitato la poesia di Totò “La livella”. Una tombola popolare ha concluso la riunione.

 

 

 

 

Cena sociale Lilt 2019

Si prega di dare conferma di adesione alla Segreteria della Lilt, sez. provinciale di Rieti, entro il 22 gennaio 2019.

Il Presidente Enrico Zepponi ringrazia anticipatamente tutti coloro che parteciperanno.

CENA SOCIALE DI BENEFICIENZA 2018

Iscritti, simpatizzanti, medici volontari, dirigenti della Sezione provinciale di Rieti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) si sono ritrovati numerosissimi (diecine e diecine di persone, con larga partecipazione di cittadini di Grotti, Santa Lucia di Fiamignano, diversi centri della Sabina) al Ristorante da Valerio di Santa Rufina per l’annuale Cena Sociale di Beneficienza in occasione della ripresa totale dell’attività dopo l’interruzione natalizia.

Con il presidente dott. Enrico Zepponi, i componenti il direttivo ed i collaboratori del Consiglio di presidenza, tra gli ospiti erano presenti l’assessore avv. Giovanna Palomba in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, con l’assessore alla cultura prof. Gianfranco Formichetti, il consigliere Regionale Daniele Mitolo, la presidente dell’Alcli Santina Proietti, il presidente del Rotary Club ing. Gianluca Giovannelli, molti medici tra cui i volontari che rendono possibile l’attività dell’Ambulatorio della Solidarietà e di quello itinerante.

Dopo il saluto ai presenti della Dirigente prof. Marcella Della Penna, il presidente Zepponi ha illustrato brevemente l’attività svolta dalla Sezione nel 2017 ed anticipato i programmi dell’anno appena iniziato ringraziando tutti che con la loro presenza hanno contribuito a raccogliere fondi indispensabili per la continuazione dell’attività.

In risposta hanno porto i loro saluti l’assessore Palomba, il consigliere Mitolo ed il presidente Giovannelli, che ha consegnato anche un contributo particolare del Rotary Club di cui molti soci erano presenti in sala.

La serata si è svolta in un clima di grande familiarità. Intermezzo spettacolare e divertente l’esibizione del Balletto di Flamenco della scuola Studio Danza Movimento In, la recita della poesia “La livella” da parte del dott. Antonio Pietrovanni e un duetto in vernacolo degli avvocati Giovanna Palomba e Luigi Colarieti che è stato apprezzato ed applauditissimo.

 

cena sociale 2018

Si invitano gli iscritti e non iscritti a partecipare numerosi.
Le adesioni dovranno essere comunicate alla Segreteria LILT entro e non oltre il 16 gennaio 2018

Carta dei servizi LILT – Relazione programmatica 2017

La LILT Rieti offre le seguenti prestazioni gratuite di prevenzione a favore dei soci :

  • Prevenzione dei tumori della mammella: mammografia, in collaborazione con la ASL, nella fascia di età compresa tra i 50 e 69 anni
  • Prevenzione del melanoma: mappatura dei nei; Ambulatorio itinerante nei centri della Provincia
  • Prevenzione del tumore della prostata: dosaggio PSA presso Laboratorio IGEA;Ambulatorio itinerante nei centri della Provincia
  • Nell’Ambulatorio della Solidarietà nella sede della LILT Rieti aperto anche ai non soci si effettuano visite per la prevenzione delle affezioni:

Del cavo orale: visite ORL

Della sfera genitale femminile: visite ginecologiche  e pap-test

Dell’apparato uro-genitale: visite urologiche

Dell’apparato digerente :visite gastroenterologiche

E consulenze in Malattie infettive e Pediatria.

Per appuntamenti ed informazioni telefonare in sede (0746 205577) lunedì, mercoledì e venerdì mattina.

Il costo della tessera di iscrizione valida una anno è di € 10

Relazione programmatica anno 2017

Cari soci,

come certamente sapete, nel corso del 2016 è stato attivato l’Ambulatorio della Solidarietà – Spazio Prevenzione presso la sede di Via dei Salici in cui operano attualmente medici volontari specialisti in Ginecologia  (Prof. Felice Patacchiola), ORL (Dr. Alberto Castellani), Urologia  (Dr. Piero De Carli) e Gastroenterologia (Dr Mauro Tosoni). Ecco nel dettaglio le nostre iniziative

Il  programma di prevenzione del melanoma, che prevede la mappatura dei nei, è attivo in Sabina, con l’originale esperimento di Ambulatorio Itinerante, e si avvale dei dermatologi volontari Dr.ssa Rosaria Fidanza, Dr. Antonello Pace e Dr.ssa Monica Rauco.

Riteniamo che portare lo specialista vicino al posto di residenza dei pazienti sia un modo di venire incontro alle esigenze di chi, vivendo in periferia, avrebbe difficoltà a recarsi nel capoluogo ed a fare prevenzione.

Tutto questo è possibile grazie alla preziosa collaborazione della Delegazione Sabina con sede in Cantalupo dove presto attiveremo un Ambulatorio per dare risposte alle esigenze di quel territorio.

Oltre alla dermatologia abbiamo esteso, quest’anno,  l’attività anche alle visite di  prevenzione in otorinolaringoiatria in Sabina ed a Rivodutri.

Nel corso del 2017 amplieremo e miglioreremo l’offerta con altri specialisti volontari.

Il Programma  “Alimentazione e Tumori”organizzato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini, prevederà nell’immediato un corso avanzato (lezione teorica il 14 febbraio e le lezioni pratiche il 15, 22 febbraio e 1 marzo);a breve daremo alle stampe il volume “Cucinare in salute” preparato dai prof. Daniele cardellini e Isabella Piperno.

Il Programma “Prevenzione tumore della prostata” prevede, oltre la visita specialistica, anche il dosaggio del PSA, presso  il Laboratorio Analisi “Igea” anche con la formula dell’Ambulatorio Itinerante.

Lo Spettacolo teatrale “Un’impresa scalcinata”, il 23 febbraio, la Settimana nazionale prevenzione oncologica a marzo, la Settimana dell’euromelanoma a maggio (in collaborazione con la Prof.ssa M.Concetta Fargnoli dell’Università dell’Aquila),l’ Ottobre rosa, il Novembre con i baffi ci vedranno protagonisti durante tutto il 2017.

In primavera inoltrata infine, per decisione del Coordinatore Regionale Dr. Alfredo Cecconi, la manifestazione degli Stati Generali Regionali dei Malati di Tumore del Lazio, si terrà nel reatino invece che a Frosinone e vedrà la partecipazione oltre che delle  sezioni LILT delle provincie laziali anche di quelle delle zone limitrofe colpite dal terremoto.

La manifestazione sarà propedeutica ad una serie di iniziative volte a fare prevenzione nell’alta valle del Velino così straziata dal terremoto.

Rieti, 20 gennaio 2017

 

 

 

 

 

 

Lilt, un successo la cena di beneficenza

“Se la cena sociale di beneficenza è stato un punto esclamativo per la nostra associazione, debbo sottolineare il fatto che intanto l’attività continua intensa sia in sede con l’Ambulatorio della Solidarietà, sia nei Centri della provincia con l’Ambulatorio itinerante. Ed infatti in questi giorni hanno operato i dottori Piero De Carli e Mauro Tosoni, mentre la dottoressa Monica Rauco sarà sabato prossimo a Selci”. Così esordisce il presidente della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Enrico Zepponi evidentemente soddisfatto per la massiccia presenza di soci e sostenitori alla Cena Sociale di Beneficenza.

“Ho l’obbligo, ma soprattutto il piacere, di ringraziare i tanti che hanno partecipato. Tra tutti non posso dimenticare il saluto del Sindaco Simone Petrangeli, la presenza del Direttore Generale Asl dr.ssa Laura Figorilli, della dirigente scolastica IPPSEOA, prof. Alessandra Onofri, di alcuni primari dell’Ospedale. dott. Basilio Battisti, dott. Riccardo Mezzoprete, dell’assessore Vincenzo Di Fazio. Voglio sottolineare in questa sede l’impegno dei i medici volontari che operano nelle nostre strutture: Felice Patacchiola, Monica Rauco, Alberto Castellani, Piero De Carli, Maria Concetta Fargnoli, Sandro Boschetto e anche coloro che per vari motivi non hanno potuto essere presenti, Mauro Tosoni e Antonello Pace, nonché il responsabile dell’Igea dr. Matteo Muzzi. La nostra attività – prosegue Zepponi – non si svolge in solitudine, ma in collaborazione con le associazioni del Volontariato. Ho visto quindi con grande piacere la presenza di Santina Proietti dell’Alcli,  Maurizio De Marco di Libera, Aldo La Fiandra dell’Avis, Gianpietro Spadoni del Camper Club, Gianni Boncompagni del Capricorno Club. Conclusa la festa ora di nuovo e come sempre tutti al lavoro”.

Va ricordato che Lilt Rieti attualmente opera nei seguenti settori prevenzione tumore della mammella, del melanoma, della prostata. Nell’ambulatorio della Solidarietà si effettuano visite ORL, ginecologiche, dell’apparato uro-genitale, dell’apparato digerente nonché consulenze in malattie infettive e pediatria.

 

Incontro vertici della Sezione di Rieti della LILT e rappresentanti Amministrazioni della Sabina

Nell’aula consiliare del Comune di Cantalupo si è svolta un’importante riunione tra i vertici della Sezione di Rieti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) ed i rappresentanti delle Amministrazioni della Sabina allo scopo di rinnovare la collaborazione già in essere da oltre due anni  ed iniziata con la nascita della Delegazione Sabina della LILT.

Il Comune di Cantalupo, come ha spiegato il sindaco Paolo Rinalduzzi, si è posto come capofila delll’iniziativa ospitando la sede della Delegazione al cui vertice è il dr. Luciano Fabrizi dipendente delle stessa amministrazione, e ponendo a disposizione della LILT altre strutture necessarie per ospitare l’Ambulatorio itinerante.

Alla riunione hanno partecipato per la LILT  il presidente Enrico Zepponi,  il vice presidente Flavio Fosso. Luciano Fabrizi presidente Delegazione Sabina, mentre le Amministrazioni erano rappresentate da Miranda Glandarelli sindaco di Tarano, Silvana Forniti sindaco di Mompeo, Filma Di Troilo Segretario comunale della Convenzione Comuni della Sabina, Cinzia Corsi, consigliere comunale di Stimigliano delegata alle politiche sociali e pari opportunità, Michela Enei consigliere comunale di Tarano delegata per le politiche sociali, Loredana Biagioni vice sindaco di Cantalupo, Eliana Mancini consigliere comunale di Selci delegata politiche sociali, Lella Caporali assessore alle politiche sociali del Comune di Roccantica,

I lavori sono stati aperti da Luciano Fabrizi - che partecipò nel 1992 alla fondazione della LILT di Rieti -  il quale ha riassunto i risultati ottenuti nei due anni trascorsi con centinaia di mammografie effettuate, visite contro il melanoma della pelle, trasportando a spese dei Comuni i cittadini a Rieti, e le tantissime visite effettuate nelle varie sedi predisposte  dai Comuni  che hanno ospitato l’Ambulatorio itinerante della Lilt.

Successivamente il presidente Zepponi ha illustrato le iniziative in essere, e quelle che verranno, come l’ambulatorio ginecologico itinerante che troverà sede nell’Ostello di Cantalupo; la maggiore collaborazione con l’Asl reatina per mammografie e prevenzione del melanoma. Il presidente, dopo aver illustrato le iniziative che saranno portate avanti nel 1917 ha riconosciuto come la Delegazione Sabina e le varie amministrazioni abbiano contribuito in modo decisivo all’ampliamento delle attività di prevenzione della LILT.

Successivamente il vice sindaco di Cantalupo Loredana Biagioni ha parlato del progetto “Non solo Rosa”, da essa ideato e realizzato dal Comune di Cantalupo con il Patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio e la collaborazione della Lilt Rieti sottolineando i risultati raggiunti ed i programmi futuri. Successivamente si è svolto un ampio dibattito improntato all’esame dei programmi in corso  di realizzazione.

Infine da sottolineare che nella serata di venerdì 20 alle ore 20,  soci, sostenitori e amici della LILT di Rieti si riuniranno per l’annuale Cena sociale che avrà come sede il ristorante "Da Valerio a Santa Rufina.

CENA SOCIALE DI BENEFICENZA 2017

Venerdì 20 gennaio 2017 si terrà, alle ore 20.00, presso il ristorane "Da Valerio" a S. Rufina, una cena sociale di beneficienza.

Per aderire sarà sufficiente rivolgersi ai numeri indicati nell'allegata locandina.

locandina-cena-sociale_3b

ATTIVITA’ SVOLTE NELL’ANNO 2015

LILT - SEZIONE PROVINCIALE DI RIETI

Contatti Presidente : Dott. Enrico Zepponi

Indirizzo : Via Dei Salici 65

Tel. e Fax: 0746.205577

Email:legatumoririeti@libero.it
Sito:www.rietilegatumori.t


 

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica (SNPO)  

25 marzo banchetto centro commerciale Perseo, intervista social Tv “Tutta la città ne parla”


 

Giornata Mondiale Senza Tabacco (GMST)  

04 giugno banchetto in ospedale


 

Nastro Rosa (NR) 03 ottobre convegno Carcinoma della mammella: diagnosi terapie e prospettive future a Rieti.

17 ottobre convegno Poggio Mirteto: Conoscere prevenire informare: giochiamo d anticipo contro i tumori.

06 novembre convegno: La donna protagonista nella moda nella danza e nella malattia.


 

Altre attività 26 febbraio Spettacolo teatrale al Cinema Moderno “Sarto per Signora”

03 marzo/09 aprile corsi di cucina presso Istituto Alberghiero.

26 marzo Master Class Bokwa Caporio di Cittaducale

30 maggio saggio finale corsi di cucina

31 maggio For Maggio in piazza Oberdan

04 giugno Giornata del Sollievo con banchetto in ospedale

27 giugno Quadrangolare della solidarietà stadio M. Scopigno


 

Attività di Prevenzione (primaria, secondaria e terziaria) Poliambulatorio Studio Medico San Marco prevenzione del tumore della mammella (mammografie, ecografie)

Ambulatorio itinerante nella Sabina ( Montasola 14 marzo, Stimigliano 18 aprile, Cantalupo 6 giugno, Roccantica 31 ottobre, Casperia 11 dicembre) e Rivodutri 07 novembre per mappatura dei nei.

Sponsor per lo screening dei tumori della cervice uterina organizzato dalla Asl di Rieti.


 

Attività di ricerca Screening familiari dei tumori del colon in ospedale tramite colonscopio donato da questa sezione e da altre associazioni.


 

 

MANIFESTAZIONE CULTURALE PATROCINATA DALL LILT SEZ. PROV.LE DI RIETI

lilt_teatro_2016_a_2_2

Il dott. Enrico Zepponi, presidente della LILT, sezione provinciale di Rieti, ringrazia tutti coloro che hanno voluto dare un contributo per sostenere la manifestazione culturale consistente nella rappresentazione teatrale "MORTI DI SALUTE" di Gianni Uda e della Compagnia Teatrale "I SANI DA LEGARE".

Una parte dei proventi saranno devoluti alla LILT di Rieti perché possa, con le sue meritorie attività di prevenzione, continuare ad operare a sostegno della salute di tutti.

Si pregano i sostenitori di essere presenti numerosi alla rappresentazione.

LILT SEZ. DI RIETI – IL 2016 UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO

[metaslider id=1106]LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI SEZIONE DI RIETI OBIETTIVO PREVENZIONE

ZEPPONI: IL 2016 SARA' UN ANNO DI GRANDE IMPEGNO

La Lega Italiana per la Lotta contro i tumori, Sezione provinciale di Rieti è stata costituita nei primi Anni Novanta per iniziativa del dott. Fiorino Cunese che assicurò fin dall'inizio all'Associazione una sede dignitosa dotata di un ambulatorio medico.
Un suo succlogoliltessore dott. Ivan Liguori è stato per lunghi anni alla guida del sodalizio, migliorandone le strutture ed i contatti con l'opinione pubblica e le istituzioni. Alla sua prematura scomparsa subentrò con votazione plebiscitaria il dott. Roberto Tempesta che, pur nel breve periodo della sua attività - tutti ricordano con commozione la sua vicenda - dette vita al servizio di prevenzione del tumore della mammella e della pelle, ora ampliato sia tecnicamente che territorialmente dall'attuale presidente dott. Enrico Zepponi, dall'attività instancabile. Ora dopo i risultati raggiunti nel 2015, un anno risultato estremamente positivo, il presidente della LILT Rieti, dottor Enrico Zepponi pone alla sua Associazione altri importanti obiettivi.
Negli anni scorsi - dichiara - quando erano stati sospesi gli screening da parte della ASL, questa Sezione LILT ha contribuito alla riduzione delle liste di attesa consentendo l'esecuzione della mammografia in tempi rapidi e gratuitamente anche a favore di donne provenienti dalla bassa Sabina dove è attiva una Delegazione della LILT.
Ora che sono ripresi gli screening (prevenzione del carcinoma della mammella, della cervice uterina e del colon retto) e tenuto presente che l'aumento dell'incidenza del ca del seno in particolare registra un aumento tra le giovani donne in età compresa tra i 25 ed i 50 anni, fascia di età esclusa dal programma di screening previsto dal SSN, dove l'incremento negli ultimi 7 anni è stato di circa il 30% questa Sezione intende dedicarsi, affiancando il Sistema Sanitario Provinciale, alla prevenzione di questa fascia di età. Nel corso del 2016 - prosegue - intendiamo inoltre attivare l'Ambulatorio della Solidarietà - Spazio Prevenzione presso la sede di Via dei Salici in cui opereranno numerosi medici specialisti nelle varie discipline. Intanto il programma di prevenzione del melanoma, che prevede la mappatura dei nei, è attivo anche in Sabina, con un originale esperimento di Ambulatorio Itinerante, oltreché presso lo Studio Medico San Marco. Riteniamo che portare lo specialista vicino ai posto di residenza dei pazienti sia un modo di venire incontro alle esigenze di chi, vivendo in periferia, avrebbe difficoltà a recarsi nel capoluogo e a fare prevenzione. Nel 2016 intendiamo portare l'Ambulatorio Itinerante in altre zone della provincia e ampliare il programma "alimentazione e tumori". Questo programma - aggiunge il presidente Zepponi - organizzato in collaborazione con l'Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini, diretto dalla prof.ssa Alessandra Onofri, tende a educare le abitudini alimentari e gli stili di vita secondo regole finalizzate alla prevenzione dell'insorgenza dei tumori partendo dalla consapevolezza che tre tumori su 10 dipendono da cattive abitudini alimentari. E' intenzione della LILT- conclude - ripetere anche nel 2016 questo programma anche per soddisfare la elevata richiesta che ha comportato la redazione di una lista di attesa cercando di realizzare anche un corso di secondo livello nel quale approfondire i corretti stili alimentari nelle patologie più frequenti: diabete, ipertensione, celiachia, malattie cardiovascolari ed altro ancora".