Author Archives: Lilt

Centenario della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori)

Comunicato n. 7

Con la celebrazione ufficiale del Centenario della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori), svoltasi nell’aula magna dell’Università Pontificia Santa Croce di Rona, preceduta il giorno prima dall’Assemblea dei presidenti provinciali svoltasi all’albergo San Martin, si sono concluse le cerimonie organizzate dalla Sede Nazionale.

Ad esse ha partecipato la delegazione dell’Associazione di Rieti composta dal presidente dr. Enrico Zepponi e dal componente il Direttivo dr. Franco Scipioni.

La LILT è l’unico Ente pubblico nazionale su base associativa che opera su tutto il territorio nazionale con la specifica volontà di vincere il cancro attraverso la promozione della Prevenzione oncologica. Per il suo notevole rilievo la LILT il 2 agosto 2020 ha ottenuto, dal Presidente del Consiglio la medaglia d’oro della Sanità pubblica.

La LILT oggi vanta 106 associazioni provinciali (tra cui quella reatina) che anche durante la pandemia hanno offerto centinaia di migliaia di controlli specialistici.

A condividere i primi cento anni di attività quotidiana al fianco dei malati con il presidente Francesco Schittulli, oncologo di fama internazionale era presente il ministro della Sanità Roberto Speranza, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, il giornalista e politico Gianni Letta, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il cantante testimonial del Percorso azzurro Albano Carrisi, la presidente della Consulta femminile LILT Maria Pia Garavaglia ex ministro della Salute come Gerolamo Sirchia, anche lui presente, la Rettrice della Sapienza Antonella Polimeni.

Tra le altre tantissime personalità significativa la partecipazione della principessa Dina Mired di Giordania venuta a testimoniare il suo grande impegno internazionale nella lotta al cancro. Nel suo intervento ha stigmatizzato il comportamento di molti Paesi disposti a spendere milioni di dollari per i costi delle cure rifiutandosi di investire nella prevenzione.

Nel corso dell’evento è stato presentato il volume celebrativo del Centenario e il francobollo commemorativo emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Prendendo la parola il presidente Schittulli ha ricordato che la LILT  punta alla mortalità zero da cancro alla quale ci si sta avvicinando nonostante la battuta d’arresto degli ultimi due anni causata dalla pandemia.

Schittulli ha confermato l’impegno a continuare a prendersi cura dei 4 milioni di italiani che hanno vissuto l’esperienza del cancro, auspicando nel contempo un maggiore interesse dai media nazionali.

Il Ministro Speranza considera la LILT un pezzo di storia del nostro Paese con un patrimonio centenario da difendere e valorizzare. Concludendo ha affermato che lo stato investirà 625 milioni per la Sanità nel sud con una parte significativa destinata al recupero degli screening oncologici.

Al termine dei due giorni di lavori il presidente della LILT Rieti Zepponi ha espresso la sua grande soddisfazione

“Il presidente Schittulli – ha detto - ha avuto parole di ampia considerazione per l’attività delle Associazioni provinciali tra le quali ci onoriamo di militare. Stiamo superando la crisi della pandemia e contiamo di offrire ai nostri concittadini e concittadine sempre migliori servizi medici di prevenzione oncologica. A Roma, insieme a Scipioni ci siamo sentiti parte significativa di una grande famiglia”

Corso di Cucina – prevenzione malattie oncologiche – 2022

AVVISO IMPORTANTE

Invitiamo i nuovi soci e quelli già iscritti, che non lo hanno ancora fatto, a inserire nella rubrica del proprio cellulare il seguente numero 3923743456 della LILT.Ciò allo scopo di utilizzare, per i nostri comunicati, la piattaforma Whatsapp.
Segnaliamo inoltre che tutti comunicati vengono pubblicati anche sul sito Facebook “ Lilt Rieti” e sul sito web “ www.rietilegatumori.it “.

Secondo quanto concordato con l’Istituto Alberghiero si comunica che prossimamente verrà attivato un Corso di Cucina, presso lo stesso Istituto, finalizzato all’acquisizione di competenze che portino alla realizzazione di piatti per una alimentazione salutare e preventiva delle malattie oncologiche e croniche.

Coloro che sono interes sati a frequentare il corso sono pregati di dare la loro adesione nel più breve tempo pos sibile contattando Antonietta (3299282970), anche in palestra, o la sede LILT di via dei Salici 65 (0746 268112).

Il corso si terrà se sarà raggiunto un numero sufficiente di iscrizioni.

Panchina rosa a Rivodruti – le panchine rosa continuano a fiorire sul territorio provinciale.

Comunicato n. 6

E’ancora inverno, ma le panchine rosa continuano a fiorire sul territorio provinciale.

A Rivodutri, a non molta distanza dell’Arco Alchemico, precisamente a fianco della porta della chiesa, l’Amministrazione Comunale di Rivodutri ha posto una panchina colore rosa che è stata inaugurata alla presenza del Sindaco Michele Paniconi, di rappresentanti del Consiglio, di una delegazione della LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, composta dal presidente dr. Enrico Zepponi, dalla presidente della Consulta femminile LILT avv. Barbara Pelagotti  (ex sindaco di Rivodutri) e dal vice presidente cav. Flavio Fosso.

Al taglio del nastro tricolore hanno partecipato il sindaco Michele Paniconi, il consigliere Emanuele Mencarelli, Giovani Cinardi, Loredana Lodovici, Katiusha Battisti.

“Saluto il presidente Zepponi e l’intera delegazione della LILT – ha detto il sindaco – ma questa manifestazione dimostra che nonostante il Covid, che ci ha impegnati severamente, non abbiamo dimenticato le altre tematiche della salute e la lotta contro il tumore è certamente in primo piano. La presenza di Barbara Pelagotti nella delegazione LILT ci conforta perché noi deleghiamo proprio a lei, ex sindaco di Rivodutri, le incombenze delle di contrasto alle malattie tumorali”.

“Sono orgogliosa – ha affermato Barbara Pelagotti – di essere qui in questa doppia veste di rappresentante del Comune e della LILT. Tra le due istituzioni la collaborazione parte da lontano perché anche negli anni passati abbiamo avuto delle importanti iniziative. Ora questa panchina rende attivo un focus di attenzione verso le donne cui sono rivolti i messaggi della Prevenzione suggeriti dalla LILT”

A sua volta il presidente Zepponi, ricordato che il 4 febbraio è stata la “Giornata mondiale della lotta contro i tumori”, ha aggiunto:

“Questa panchina rosa vuole sottolineare la necessità della Prevenzione per combattere i tumori e rivolgo un appello alle donne, più attente a queste tematiche, di coinvolgere i loro uomini giovani e soprattutto meno giovani, i quali normalmente sono poco attenti, ma non per questo meno esposti al male. In questo caso dimostrano di essere il vero sesso debole”.

“ Il sindaco ha evocato il covid, con il quale, secondo me, dovremo convivere come stiamo convivendo con il cancro che negli ultimi cinque anni ha visto diminuire sensibilmente il numero delle vittime. Contro il covid, in attesa dei missili intelligenti abbiamo trovato un cannone, cioè il vaccino. Per il tumore uno dei cannoni è la prevenzione. Scoprire precocemente un tumore alla mammella di pochi millimetri è una cosa, più grande e tardivamente è un'altra cosa, molto peggiore per la paziente e per la sua famiglia. Grazie sindaco per questa panchina rosa che è un segnale per tutti.”

A sua volta il vice presidente Flavio Fosso ha ricordato come le panchine rosa si siano diffuse in tutta la provincia anche per l’attività e l’impegno della LILT Rieti che pure in piena pandemia non ha interrotto la sua attività di propaganda della Prevenzione. Ora essa sta riprendendo in pieno con i medici volontari, gli screening, gli ambulatori, la palestra, le conferenze nei vari istituti scolastici .

“ E presto ricorderà in modo adeguato il quarantennale della fondazione dell’Associazione provinciale”, ha concluso.

LILT F.F.

4 febbraio: Giornata mondiale per la lotta contro i tumori

Comunicato n. 5

4 febbraio: Giornata mondiale per la lotta contro i tumori

Il dr. Enrico Zepponi presidente della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti fa il punto della situazione in una giornata tanto significativa:

“Oggi tutto il mondo si mobilita contro un male che ha subito alcune sconfitte, ma non è stato ancora battuto.

I tassi di moralità per tumore in Europa si sono ridotti negli ultimi 30 anni. Gli esperti calcolano che alla fine di quest’anno il numero di decessi per tumore si ridurrà ancora rispetto al 2017. Una diminuzione che riguarda i dieci tipi più diffusi di neoplasie: seno, prostata, polmone, colon-retto, ovaio, utero, fegato, melanoma, pancreas, stomaco. Ciò è merito di una maggiore diffusione delle strategie di prevenzione soprattutto grazie alla riduzione del fumo, principale fattore di rischio per molti tumori, ma anche di terapie più efficaci. Nei prossimi anni la mortalità per tumore dovrebbe ridursi di più grazie all’ adozione di corretti stili di vita, agli screening per arrivare ad una diagnosi sempre più precoce ed a terapie ancora più mirate. C’è però la grande incognita del Covid-19 sul ritardo delle diagnosi che avrà ricadute pesanti nel prossimo futuro. I medici, i pazienti, le Istituzioni sanitarie e le Associazioni di volontariato devono tenere presente che oltre al Covid-19 ci sono tante altre patologie, in primis quelle oncologiche, che non devono essere trascurate per non perdere tutti i vantaggi acquisiti negli ultimi decenni”.

Questo il quadro generale cui vanno aggiunte altre considerazioni:

“I dati raccolti nel mondo – afferma il vice presidente cav. Flavio Fosso – confermano che la più importante medicina è la prevenzione e su questo obbiettivo la Lega Italiana per la Lotta contro i tumori che compie cento anni, si è sempre battuta.  L’Associazione reatina ne fa quaranta, tutti spesi a favore della collettività, sempre all’avanguardia per merito del Direttivo e di tutti noi volontari”.

“Nonostante l’esplosione della pandemia – dice la presidente della Consulta femminile avv. Barbara Pelagotti – la nostra Associazione non si è tirata indietro. Con la collaborazione dei nostri medici volontari abbiamo tenuto aperto gli ambulatori per quanto possibile, Abbiamo poi effettuato le campagne per gli screening con ASL e Alcli e portato avanti il progetto Guadagnare salute con la LILT, sottoscritto con il MIUR. Questo ci ha consentito contatti con tanti studenti sia a distanza, sia in presenza. Né abbiamo dimenticato la Sabina, la cui Delegazione ottimamente curata dal dr. Luciano Fabrizi ha visto aumentare i Comuni iscritti. Ricordo ancora il successo della campagna Panchine Rosa in tutta la provincia.

Abbiamo anche pianto, in quest’anno difficile, per la scomparsa della cara Valentina Liguori, prima presidente della Consulta femminile”, che resterà sempre nei nostri pensieri.

L’incontro con gli studenti dell’Istituto Tecnico Economico “Luigi di Savoia duca degli Abruzzi”

Concluso il primo ciclo di conferenze

Comunicato n. 4

L’incontro con gli studenti dell’Istituto Tecnico Economico, Luigi di Savoia duca degli Abruzzi, ha concluso la prima fase del ciclo di conferenze della LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori) Associazione di Rieti, promosse dalla presidenza nazionale nel quadro del Progetto Guadagnare Salute con la LILT stilato con il MIUR  (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). Le conferenze riprenderanno il prossimo 18 febbraio.

”Adolescenza e alcool” è stato il tema trattato dal presidente della LILT Rieti dr. Enrico Zepponi - accompagnato dal vice presidente Flavio Fosso - a ragazze e ragazzi della III B (Amministrazione, Finanza, Marketing) prof.ssa Concetta Ranieri e della III E (Relazioni internazionali per il marketing) prof.ssa Anna Battista.

Lo stesso tema era stato illustrato una settimana prima, quando l’importante sala riunioni dell’ITE (perfettamente predisposta dagli assistenti tecnici Manuele Ciaramelletti e Vittorio Zingaretti) era occupata da studentesse e studenti della III A (Sistemi informativi aziendali) con la prof.ssa Daniela Florenzi, e della IV D (Turismo) prof.ssa Gabriella Cesaretti.

Il presidente Zepponi ha informato i giovani in modo approfondito sui pericoli insiti nell’abuso di bevande alcooliche sia sul piano della salute che delle conseguenze sociali. La cronaca troppo spesso si è occupata di incidenti stradali causati da guidatori successivamente trovati in condizioni tali da non poter essere alla guida avendo abusato di bevande alcooliche.

I ragazzi e le ragazze hanno seguito con il giusto interesse le parole del dr. Zepponi partecipando anche alla discussione.

Il ciclo di conferenze era iniziato nel mese di ottobre 2021 con tre incontri a distanza: Liceo Scientifico nei giorni 22 e 23, Liceo Classico il 24 ottobre.

Agli incontri a distanza, insieme al dr. Zepponi che ha affrontato il tema “I danni dell’abuso di alcool”  ha      partecipato il dott. Vincenzo Spina, Direttore UOC Tutela salute Materno Infantile della ASL di Rieti, il quale si è soffermato su “Prevenzione dei tumori della sfera ginecologica e screening oncologici”.

Hanno rappresentato gli studenti Ludovica Matteucci, Tommaso Ciogli, Giovanna Mostarda del Liceo Scientifico; Martina Eleuteri del Liceo Classico.

Il “Progetto guadagnare salute con la LILT” è stato stipulato con il MIUR nel 2018 e confermato nel 2020.

“La nostra Associazione – dice il dr. Zepponi – ha messo a disposizione di questa iniziativa tutta la sua organizzazione a favore di insegnanti e studenti che ringrazio unitamente alle dirigenti scolastiche, professoresse Raffaella Giovannetti  e Stefania Santarelli”.

Gli incontri sul tema “Adolescenza ed alcol”, presso l’ITE, sono stati organizzati dalla prof.ssa Rosanna Criscuolo, referente CSV Lazio per il progetto “Radici Volontarie 21/22”  progetto elaborato da Paola Mariangeli del CESV di Rieti che possono utilizzare gli Istituti scolastici della provincia.

L’organizzazione degli incontri a distanza dei Licei è stata realizzata dalla prof.ssa Paola Ceccarelli, la quale per lo Jucci ha avuto la collaborazione della volontaria LILT prof.ssa Antonietta Tiberi Vipraio.

Giornata Mondiale del Cancro (World Cancer Day, 4 febbraio)

Comunicato n.3

In occasione della la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) lancia un grido d’allarme e chiede il massimo supporto per i pazienti oncologici anche durante la campagna vaccinale in atto.

A questo proposito il Presidente nazionale dr. Francesco Schittulli ha affermato: “Come LILT chiediamo che i pazienti oncologici vengano vaccinati prima possibile, disponibili ad una collaborazione con i Dipartimenti di Prevenzione delle Regioni, grazie alla nostra rete ambulatoriale diffusa su tutto il territorio nazionale, per la creazione di punti di vaccinazione dedicati ai malati oncologici”.

“L’Associazione LILT di Rieti -  dice a sua volta il suo presidente dr. Enrico Zepponi  - condivide in pieno  le tematiche portate avanti dalla LILT nazionale e dal suo presidente Schittulli. Questi ha lanciato ripetuti allarmi per la sensibile diminuzione di prevenzione primaria, secondaria, terziaria e dei trattamenti.

Per chi sta lottando contro il cancro, la pandemia Covid-19 ha purtroppo rallentato le diagnosi precoci e lo stesso trattamento, compromettendo severamente la prognosi e quindi la stessa qualità e quantità della vita con un significativo aumento dei costi sanitari”.

“Nei suoi interventi – prosegue il presidente della LILT Rieti – Schittulli ha sottolineato l’urgenza dell’utilizzazione dei vaccini anti-covid  per i pazienti affetti da patologia tumorale affermando che se non difendiamo i malati da questo virus la battaglia contro il cancro è drammaticamente persa sia per coloro che debbono eseguire gli screening, e quindi beneficiare della diagnosi precoce, sia per coloro che abbiano vissuto l’esperienza cancro e si trovano nella difficile fase del recupero”.

“Per questo – prosegue il dr. Zepponi – mi unisco alla richiesta del presidente della LILT Nazionale - Associazione che l’anno prossimo raggiungerà i cento anni di vita - di vaccinare prima possibile i pazienti oncologici, utilizzando anche il supporto della nostra Associazione Provinciale per la creazione di punti di vaccinazione ad essi riservati”

“In questa occasione – conclude il presidente Zepponi – desidero sottolineare con favore la decisione dell’ASL Rieti di aprire a Magliano Sabina un Ambulatorio oncologico. Una decisione che potenzia l’assistenza in questo settore, che è stata accolta con favore da tutti i nostri associati, in particolare quelli residenti in Sabina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato congiunto ALCLI – LILT in merito all’impianto BIOGAS di Vazia

Nel corso di un recente incontro con il Comitato “La Rotonda” siamo stati portati a conoscenza del progetto di apertura di due impianti di trattamento rifiuti (biometano e pirolisi della plastica) a ridosso dei centri abitati di Vazia e Madonna del Passo: due zone  fortemente urbanizzate.

Consideriamo utile un’attenta riflessione su ciò che potrebbe accadere anche alla luce degli importanti pronunciamenti da parte del mondo medico-scientifico ( vedi “Il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani (Forsu)” a cura di ISDE Italia, Associazione medici per l’ambiente) che pone quale principio cardine, da tenere in considerazione in simili circostanze, quello della precauzione.

Pertanto quali Associazioni da sempre impegnate nell’attività di prevenzione, raccogliendo le preoccupazioni dei cittadini, auspichiamo che gli Amministratori locali interessati  si interroghino in merito al sito scelto.

Siamo certi che in sede decisoria la Regione Lazio, e tutti gli Enti interessati, sapranno agire in linea con quanto disposto dalle leggi e dai regolamenti e con il buon senso al fine di dare le opportune risposte alle preoccupazioni della cittadinanza.

 

Lilt, Lions e Igea, in 300 prenotano visite contro diabete e malattie della prostata

Ampio successo del desk informativo organizzato da Laboratorio Igea, LILT Rieti e Lions Rieti Varrone per la Prevenzione del diabete e delle malattie della prostata. Nel corso di due ore dalle 11 alle 13 di sabato 15 circa trecento persone si sono presentate per la prenotazione dei prelievi necessari alle analisi che effettuerà il laboratorio IGEA sal 17 al 29 febbraio.

Al tavolo di raccolta delle prenotazioni si sono alternati lo stesso proprietario dell’IGEA Matteo Muzzi, il presidente della LILT Enrico Zepponi, il presidente del Lions Varrone Antonio Fasciolo e i volontari Anna Rita Masci, Marcella Della Penna, Franco Vecchi, Rita Grillo, Flavio Fosso la dr.ssa Ravot dei Lions. Ha assistito il dott. Mario Santarelli primario di radiologia oncologica e responsabile screening dell’Asl.

Il dott. Basilio Battisti, diabetologo, già primario di Medicina all’OPG ha raccolto le prenotazioni per visite specialistiche del settore. Presente la dr.ssa Maria Grazia Morandi. Da sottolineare che visite e analisi sono gratuite come nello spirito delle istituzioni proponenti.

“Sono veramente soddisfatto della partecipazione di cittadini – ha commentato il proprio dell’Igea Matteo Muzzi – che debitamente informati, hanno compreso in pieno l’importanza e il valore dell’iniziativa”. “La presenza di tante persone al desk informativo – ha detto il presidente Enrico Zepponi – ci conferma della validità del messaggio da noi ripetutamente inviato per la prevenzione anche per affrontare malattie squisitamente maschili”. “Contribuire efficacemente a queste manifestazioni – ha affermato il presidente Lions Rieti Varrone Antonio Fasciolo – rientra nel modo più assoluto nello spirito di servizio che distingue i Lions”.

LILT: il 15 febbraio screening preventivi del diabete, PSA e glicemia

Allo scopo di promuove la pratica della prevenzione tra il genere maschile (per le donne propagande e iniziative sono molte di più) la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) associazione di Rieti, in collaborazione con il laboratorio analisi IGEA e il distretto 108 L Varrone dei LIONS, con il patrocinio con la Comunità Montepiano Reatino, organizzano un desk informativo.

L’incontro con i cittadini si svolgerà sabato 15 febbraio, dalle ore 11 alle 13, nei locali del Centro Commerciale di piazzale Mercatanti messi cortesemente a disposizione dalla direzione.

Scopo dell’iniziativa raccogliere prenotazioni di “Screening per la Prevenzione del diabete e delle malattie della prostata, Controllo della glicemia e del Psa”. I prelievi e le analisi, completamente gratuiti, saranno effettuati dal 17 al 29 febbraio nella sede del laboratorio Igea.

I cittadini interessati, dopo lo screening potranno prenotare la visita gratuita con il diabetologo dott. Basilio Battisti e con l’urologo dott. Piero De Carli. “Insieme al presidente Zepponi – commenta il direttore dell’Igea Matteo Muzzi – da tempo siamo impegnati su questo fronte ottenendo anche in Sabina successi superiori alle aspettative”

Rieti, Lilt, desk informativo al Perseo per la prevenzione al maschile

RIETI - Prevenire è questo l'obiettivo della Lilt. Una prevenzione non solo al femminile è la chiave di lettura e la consapevolezza che dovrebbe diffondersi nella società. Prevenire significa prendersi cura del proprio stato di salute, in sostanza implica l'amare se stessi. Per questa causa fondamentale la Lilt Rieti si spende da sempre e nello specifico questo anno organizza un Desk informativo, in collaborazione con il laboratorio analisi Igea il distretto 108 L Varrone dei Lions, e col patrocinio della Comunità Montepiano Reatino.

Domani, sabato 15 febbraio, dalle 11 alle 13 presso il Centro Commerciale Perseo sarà possibile per tutti i cittadini prenotarsi per uno “Screening per la Prevenzione del diabete e delle malattie della prostata, Controllo della glicemia e del Psa”.
«Insieme al presidente Zepponi – commenta il direttore dell’Igea Matteo Muzzi – da tempo siamo impegnati su questo fronte ottenendo anche in Sabina successi superiori alle aspettative».

Gli organizzatori garantiscono che prelievi e analisi saranno completamente gratuiti e verranno effettuati dal 17 al 29 febbraio nella sede del laboratorio Igea.

Inoltre i cittadini interessati, dopo lo screening, potranno prenotare la visita gratuita con il diabetologo Basilio Battisti e con l’urologo Piero De Carli.

programma LILT di educazione alla prevenzione tra i giovani delle scuole

Prosegue il programma LILT di educazione alla prevenzione tra i giovani delle scuole

Prosegue l’azione di diffusione del concetto di prevenzione delle malattie oncologiche tra i giovani della scuole.

In collaborazione con il CSV Lazio, rappresentato dalla funzionaria Paola Marinangeli, una delegazione della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) composta dal dott. Mario Santarelli, direttore del reparto di Radioterapia oncologica e coordinatore degli screening dell’ASL , dal presidente Enrico Zepponi e dal vicepresidente Flavio Fosso, hanno tenuto una conferenza con gli studenti delle classi III e IV dell’ITE (Istituto Tecnico Economico) Luigi di Savoia di viale Maraini.

I ragazzi erano coordinati dalle insegnanti referenti del Progetto Scuola e Volontariato Emiliana Barina e Rosanna Criscuolo. Hanno assistito anche le insegnanti Roberta Begi e Anna Lisa Ciancarelli.

Paola Marinangeli ha invitato i giovani a farsi tentare dall’impegno del volontariato, mentre il dott. Santarelli ha illustrato l’impegno dall’ASL sul piano della prevenzione con grande ricorso agli screening e alla vaccinazione, infine il presidente Zepponi ha sottolineato la necessita di battere il papilloma virus con la vaccinazione, il ricorso al medico (che le ragazze praticano più dei ragazzi) aiutandosi con l’autopalpazione. Egli ha ricordato che il poliambulatorio LILT di via dei Salici 65 e a disposizione di tutti.

Encomiabile il comportamento dei giovani studenti. Nel quadro dell’attività dell’Ambulatorio Ambulante facente capo alla Delegazione Sabina (presidente il dr. Luciano Fabrizi) , il dott. Antonio Pietrovanni, dermatologo, accompagnato dal presidente Zepponi si è recato a Cantalupo dove sono state effettuate oltre 30 visite nel locali della farmacia.

consegna dei diplomi di partecipazione

Con la consegna dei diplomi di partecipazione si è concluso con pieno successo il 7° Corso di Cucina Preventiva organizzato dalla LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori) Sezione Provinciale di Rieti in collaborazione con l’IPSSEOA.

Il corso, come i precedenti, è volto a diffondere una pratica culinaria capace di prevenire l’insorgenza tumorale che, com’è dimostrato, trova una facile strada con la cattiva alimentazione.

Dopo i saluti del presidente LILT dott. Enrico Zepponi la prima lezione, teorica, è stata tenuta dalla prof.ssa Giovanna Ridolfo, insegnante nello stesso Istituto, mentre le lezioni pratiche sono state predisposte e svolte dal prof. Daniele Cardellini. Hanno collaborato l’assistente di laboratorio Carola Serilli ed alcuni allievi. Tutti, insegnanti e partecipanti si sono impegnati per la preparazione di ottimi e salutari cibi.

Alla consegna degli attestati di partecipazione, effettuata dal vice preside Camillo Pietrolucci, il presidente Zepponi ha ringraziato tutti i partecipanti, insegnanti ed allievi; la prof.ssa Alessandra Onofri, dirigente dell’IPSSEOA - assente per impegni di lavoro - che ha messo a disposizione locali, personale e attrezzature; la dr.ssa Francesca Donati, Nutrizionista della LILT; i soci volontari Gianni Brunelli e Franco Scipioni che hanno curato in modo eccellente l’organizzazione.

 

Corso di cucina – corretti stili alimentari

Dalla teoria alla pratica

Il corso di cucina per l'apprendimento di corretti stili alimentari è passato dalla teoria alla pratica sotto la guida competente del professore-chef Daniele Cardellini, docente presso l'IPSSEOA di Rieti.

Già si vedono i primi risultati prodotti su ricette che il professore Cardellini ha messo a disposizione dei corsisti partecipanti.

 

Attività di medicina preventiva a Montopoli

E’ ripresa in pieno l’attività di medicina preventiva da parte della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) sul territorio provinciale grazie all’attività dei volontari e della Delegazione Sabina presieduta dal dr. Luciano Fabrizi.

A Montopoli la sessione operativa della dr.ssa Monica Rauco, accompagnata dal volontario Gianpietro Spadoni, si è svolta regolarmente con la visita dermatologica di circa trenta cittadini e cittadine. Hanno salutato la delegazione della LILT il sindaco Antimo Grilli ed il vice sindaco Valentina Alfei.

Le visite sono state effettuate nella sede dell’associazione Youngs at work messa gentilmente a disposizione dai responsabili.

Frattanto a Cantalupo la dr.ssa Margherita Giorgini prosegue l’attività de suo ambulatorio ginecologico dove vengono fatte anche le visite di prevenzione del tumore.

Infine mercoledì 27 febbraio quarta ed ultima seduta pratica del 7. Corso di cucina  in svolgimento presso l’Istituto Alberghiero che anche quest’anno ha visto una notevole partecipazione. 

Sessione operativa a Montopoli

Corso di Cucina – Prima lezione

Il 4 febbraio Giornata Mondiale per la lotta contro il cancro, promossa dall’UICC con la collaborazione dell’Organizzazione mondiale della Sanità, la Sezione reatina della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) a conferma della sua valida presenza sul territorio a tutela del principio della “prevenzione” ha dato il via al settimo Corso di Cucina.

L’iniziativa organizzata con la collaborazione dell’IPSSEAO ha ottenuto il consueto successo di partecipazione tanto che le iscrizioni hanno superato il numero di posti disponibili. La prima lezione, teorica, si è svolta nella sede di via dei Salici 65.

Il presidente della LILT dr. Enrico Zepponi ha portato il suo saluto ai presenti, in maggioranza donne, ma con una significativa partecipazione di uomini, sottolineando l’importanza della Giornata Mondiale che richiama tutti al concetto di prevenzione. “Con visite preventive e diagnosi precoce è possibile battere il cancro e ridurre fino a tre quarti dei tumori. Per questo è importante un corretto stile di vita  che passa per anche l’alimentazione. Di qui l’utilità del nostro corso di cucina”

A Loro volta i professori Giovanna Ridolfi e Daniele Cardellini si sono soffermati sulle varie problematiche di una corretta alimentazione e sulle tecniche per raggiungere buoni risultati.

Le lezioni pratiche si svolgeranno nelle cucine dell’IPSSEAO in via dei Salici nei giorni 11, 13, 20, 27 febbraio.

   

Giornata Mondiale contro il Cancro – Corso di Cucina Preventiva – settima edizione

Il 4 febbraio, lunedì prossimo, sarà la Giornata Mondiale contro il Cancro promossa dall’UICC sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) sollecita le Sezioni provinciali e celebrare la ricorrenza che coincide, per la Sezione reatina, con una delle sue iniziative più significative: l’inizio del Corso di Cucina Preventiva giunto alla settima edizione.

“La Giornata Mondiale contro il Cancro – dice il presidente della LILT di Rieti dott. Enrico Zepponi – è un evento che coinvolge milioni di persone in tutto il pianeta e nello stesso tempo è l’occasione che ognuno di noi volontari ha di lottare, informarsi e prendere posizione per combattere una delle malattie più devastanti per l’umanità. Malattia che la nostra Sezione affronta tutto l’anno con le sue attività sanitarie e divulgative.

“Il titolo della campagna triennale- dice Zepponi - che parte oggi è “I am and I will” (Io sono e io voglio): un invito all’azione per un impegno personale per svolgere un’azione concreta per il futuro. Ciascuno di noi ha il potere di ridurre l’impatto del cancro sul mondo e quindi sulle persone che amiamo. E’ tempo di prendere un impegno personale.”

Con questo spirito prende il via il 7° Corso di Cucina organizzato dalla Sezione provinciale LILT di Rieti in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini (IPSSEOA) nel quadro del programma “Alimentazione e tumori”. Esso ha lo scopo di educare le abitudini alimentari e gli stili di vita secondo regole finalizzate alla prevenzione dell’insorgenza dei tumori.

La prof.ssa Giovanna Ridolfo curerà la parte teorica, mentre le lezioni pratiche saranno tenute dal prof.  Daniele Cardellini.

Il programma prevede: lezione teorica il 4 febbraio dalle 16 alle 18 nella sede sociale in via dei Salici 65; lezioni pratiche nei giorni 11, 13, 20, 27 febbraio dalle 14,45 alle 17,45 nelle cucine dell’Istituto Alberghiero di via dei Salici.

LILT: successo di pubblico per la pièce “Donne in agitazione Permanente”

Come tradizione nella Sala 1 del Multisala Moderno  la compagnia teatrale “Linea di Confine” ha messo in scena la pièce “ Donne in agitazione Permanente” di M. Cresta. Lo spettacolo è stato organizzato in collaborazione con la Sezione provinciale della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) di Rieti ed ha avuto un ottimo successo di pubblico sia nella seduta pomeridiana che in quella serale.

Il procuratore della Compagnia  Stefano Sgarzi ha espresso tutta la sua soddisfazione “Il pubblico reatino ha risposto con il consueto affetto – ha detto – e questo avviene da molti anni. Con il nostro lavoro contribuiamo all’attività benefica della Sezione reatina della Lilt nel cui nome vendiamo i biglietti e cui va quindi il nostro appoggio. Ringrazio con l’occasione regista e attori che si sono impegnati con tutta la loro professionalità”.

A loro volta il vice presidente della Lilt Flavio Fosso le componenti del direttivo prof. Marcella Della Penna e avv. Barbara Pelagottti hanno ringraziato il pubblico in sala che con la sua presenza contribuisce in modo fattivo all’attività dell’Associazione esprimendo a Stefano Sgarzi e a tutta la compagnia il loro apprezamento per l’attività che svolgono a favore della LILT Rieti.

Corso di cucina 2018 organizzato dalla LILT – Sezione provinciale di Rieti

E’ iniziato il Corso di cucina 2018 organizzato dalla Sezione di Rieti della LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) in collaborazione con l’Ipsseoa "Costaggini" di Rieti.

Sotto la guida del prof. Daniele Cardellini si svolta, nelle nuove cucine dell’Istituto, la prima lezione pratica che ha visto le diciannove “allieve” cimentarsi con la realizzazione di pietanze sane in grado di offrire gusto e prevenzione dai rischi di tumore causati dall’alimentazione.

I saluti del presidente dott. Enrico Zepponi, assente per motivi personali, sono stati portati alle partecipanti al corso dal vice presidente Flavio Fosso e dal consigliere Gianni Brunelli.

Il corso, che si concluderà il 16 febbraio, prevede altre due lezioni pratiche ed una teorica, quest’ultima nella sede sociale.

Frattanto è in pieno svolgimento l’attività sanitaria. Nel quadro dell’azione  dell’Ambulatorio itinerante  la dottoressa Monica Rauco accompagnata dal  consigliere Franco Vecchi è stata ricevuta a Selci dalla consigliera ai servizi sociali di quel Comune Eliana Mancini e dal responsabile della Delegazione Sabina della Lilt.

Nei locali del Centro Sportivo ha effettuato 21 visite per la Prevenzione del melanoma ad altrettanti cittadini e cittadine.

Nella sede di via dei Salici nella giornata di giovedì si è svolta la seduta di visite di prevenzione del tumore interessante l’apparato uro-genitale a cura del dott. Piero De Carli.

  

Lilt Rieti – Corso avanzato di cucina – secondo incontro

Il 23 febbraio 2017 gran parte degli iscritti al corso avanzato di cucina si sono cimentati nella realizzazione di una cena completa costituita da due primi, due secondi e un dolce.

La lezione pratica si è svolta in una delle cucine dell'Istituto Professionale di Stato Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera di Rieti con la guida del prof. Daniele Cardellini e con l'aiuto di alcuni ragazzi dell'istituto.

La lezione pratica si è conclusa In un clima di festosità e tutti hanno potuto assaggiare quanto realizzato.

Lilt Rieti – Corso avanzato di cucina – primo incontro

Il 22 febbraio, presso la sede della LILT, sezione provinciale di Rieti, in via Dei Salici 65, si è tenuto il primo incontro del corso di cucina nel quadro del programma “Alimentazione e Tumori” giunto alla quinta edizione. Si è trattato, in questa occasione, della parte teorica  tenuta dal presidente della Lilt dr. Enrico Zepponi,  dalla prof.ssa Isabella  Piperno, dal Prof. Vincenzo Mattei e dal Dott. Basilio Battisti, Direttore del reparto di Medicina Interna 2 - Diabetologia dell'Ospedale San Camillo de' Lellis di Rieti.

Hanno partecipato, molto interessati alle tematiche trattate, tutti gli iscritti al corso.

 

4 febbraio – Giornata mondiale contro il cancro promossa dall’Unione Internazionale Contro il Cancro (UICC)

Oggi 4 febbraio – dice il presidente della Lilt ( Lega italiana per la lotta contro i tumori ) Enrico Zepponi - viene  celebrata la Giornata mondiale contro il cancro promossa dall’Unione Internazionale Contro il Cancro (UICC), che rappresenta associazioni impegnate contro la malattia in oltre 100 Paesi, e sostenuta dall’Organizzazione mondiale della Sanità.

Il motto di questa edizione è: “We can. I can” (Noi possiamo. Io posso) infatti è possibile combattere il cancro con la prevenzione, tutti possono prendere parte alla battaglia contro il cancro e solo attraverso una compatta mobilitazione civile si può vincere quello che un tempo era chiamato male incurabile.

Oggi il cancro è sempre di più una malattia cronica con cui si convive e dalla quale si può guarire. Il tasso di guaribilità è passato dal 40% del 2000 al 61% attuale (con punte del 90% per il cancro al seno ed alla prostata) ed in Italia il tasso di sopravvivenza è il più alto d’ Europa perché il nostro sistema sanitario, pur tra mille difficoltà, funziona. Tuttavia si può fare meglio e di più sul fronte della prevenzione infatti il 30-40% dei casi di tumore potrebbe essere evitato adottando sani stili di vita.

Prevenire è vivere  secondo il sempre più attuale motto della LILT.

“Alimentazione e Tumori” – Corso avanzato di cucina

Nei locali dell’Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini, di via Salaria 1 (Casa del Contadino) si terrà  il Corso avanzato di cucina organizzato da questa sezione provinciale della LILT, nel quadro del programma “Alimentazione e Tumori” giunto alla quinta edizione.

La parte teorica sarà tenuta dal presidente della Lilt dr. Enrico Zepponi,  dalla prof.ssa Isabella  Piperno, e dal Prof. Vincenzo Mattei,  la parte pratica, dal prof. Daniele Cardellini.

Esso tende ad educare le abitudini alimentari e gli stili di vita secondo regole finalizzate alla prevenzione dell’insorgenza dei tumori.

Programma del Corso Avanzato

  • Mercoledì 22 febbraio lezione teorica dalle 15 alle 18 presso la sede LILT - Via dei Salici, 65
  • Giovedì 23 febbraio, giovedì 2 e 9 marzo lezioni pratiche ( dalle 14,30 alle 17,30) presso i locali dell’Istituto Alberghiero di Via Salaria 1

Dono di un televisore al reparto d Medicina interna 2 dell’Ospedale San Camillo De Lellis

Nella mattinata di ieri, 1 febbraio 2017, il presidente della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) dott. Enrico Zepponi accompagnato dal vice presidente Flavio Fosso e dal socio Franco Scipioni ha proceduta alla consegna al reparto di Medicina interna 2, dell’Ospedale San Camillo De Lellis, di un televisore da utilizzare nel salottino dell’ala donne.

La consegna è avvenuta alla presenza della dottoressa Laura Figorilli, direttore generale ASL, del Primario dott. Basilio Battisti, della dott.ssa Maria Grazia Pipitone, coordinatrice infermieristica dello stesso reparto.

Qualche tempo fa fu le stesso dott. Battisti a chiedere alla Lilt, vista la stretta collaborazione tra l’associazione di volontariato e la  l’ASL di risolvere un piccolo-grande problema conseguente alla rottura di un televisore posto a servizio di  malati  anche oncologici  e familiari degli stessi nel salotto del reparto necessario per consentire loro qualche momento di relax. Pronta la risposta positiva della Lilt che  ha consentito l’acquisto e la consegna di quanto richiesto.

“La collaborazione della ASL con la LILT – ha commentato la dott.ssa Figorilli – non è una novità. Ma sono lieta che si rinnovi in ogni occasione possibile”

“Ringrazio la LILT e nome di tutto il reparto, dei degenti e dei loro familiari – ha detto il dott. Battisti – per aver aderito alla nostra richiesta volta a fornire un servizio sempre più completo a favore di coloro che vivono direttamente o indirettamente la malattia”:

A sua volta il dott. Zepponi ha assicurato sempre maggior collaborazione con  la ASL.

“Unire servizio pubblico e volontariato – ha detto – è indispensabile per il bene della collettività.

Rappresentazione teatrale “Morti di salute” di Gianni Uda – Compagnia Teatrale “I SANI DA LEGARE”

25 febbraio 2016, ore 16.30 e ore 21.00 - CineTeatro “MODERNO” – Via Cintia, 56 – Rieti

La manifestazione è iniziata con l’intervento del Presidente della LILT di Rieti dott. Enrico Zepponi che ha presentato al pubblico i membri del consiglio direttivo e ha illustrato gli scopi e le iniziative che la Lilt di Rieti intraprenderà per la prevenzione dei tumori nel corso dell’anno 2016.

Dopo un breve saluto, ringraziando i partecipanti all’evento, ha rivolto a tutti un augurio di buon divertimento.

Lo spettacolo teatrale è stato gradito sia per l’ambientazione che per i dialoghi che hanno suscitato nel folto pubblico, sala del cinema quasi completamente piena, risate e applausi.

Parte dell’incasso sarà devoluto in beneficenza alla Lilt di Rieti perché possa sostenere le attività di prevenzione in corso e programmare ulteriori interventi a sostegno della prevenzione dei tumori.

 P1040388_ok P1040393_ok P1040394_ok

Cantalupo (Rieti) – Incontro tra rappresentanti della Lega italiana per la lotta contro i tumori

cantalupo

Si svolto a Cantalupo un incontro tra rappresentanti della Lega italiana per la lotta contro i tumori (LILT) Sezione di Rieti, Sindaci assessori e consiglieri  di vari comuni della Sabina per il  rinnovo della Convenzione che consente ai cittadini dei comuni aderenti di essere sottoposti, a titolo gratuito,  a visite specialistiche per la prevenzione dei tumori.

Promossa dal presidente della Delegazione Sabina dr. Luciano Fabrizi, hanno partecipato alla riunione Il presidente della Lilt Rieti dott. Enrico Zepponi con il vicepresidente cav. Flavio Fosso, e il componente del Consiglio di presidenza dr. Franco Scipioni, il sindaco di Cantalupo Paolo Rinalduzzi, il sindaco di Selci avv. Egisto Colamedici, Umberto Fabrizi capogruppo di maggioranza del comune di Cantalupo, Gianluca Farina, consigliere comunale di Forano, Eliana Mancini consigliere comunale di Selci, Nella Caporali assessore attività sociali di Roccantica, Roberta Gennari consigliere con delega ai servizi sociali del Comune di Casperia, dr.ssa Filma Di Troilo Segretario comunale dei Comuni della Sabina, Cinzia Corsi consigliere comunale di Stimigliano con delega ai servizi sociali con Barbara Oliva collaboratrice dello stesso comune.

Ha aperto i lavori il presidente Fabrizi che ha portato i saluti del vice sindaco di Cantalupo Loredana Biagioni, di Michela Enei di Tarano. Questo comune e Torri in Sabina, unitamente all’Unitalsi di Palombara Sabina sono interessati a partecipare alla collaborazione LILT-Sabina pertanto Fabrizi ha avanzato la proposta di una conferenza generale e chiesto la conferma della convenzione. A tale richiesta alla quale si sono associati i sindaci ed i consiglieri presenti partendo dall’assunto che l’azione di prevenzione svolta con la LILT rappresenta anche un momento di aggregazione sociale. “Per la prevenzione del tumore in Sabina conosciamo solo la LILT” è stata la ferma dichiarazione del sindaco Rinalduzzi.

A sua volta il presidente Zepponi ha garantito ai presenti del rinnovo convenzione informandoli peraltro dell’attività del Servizio sanitario nazionale che ha installato strumenti per mammografie a Poggio Mirteto e Magliano Sabina. Egli ha aggiunto che per il futuro l’azione di prevenzione sarà allargata alla tiroide e alla prostata.  Entro il mese di marzo inizierà la sua attività l’ambulatorio di prevenzione ginecologica e otorinolaringoiatrica  nella sede della Sezione in via dei Salici 65. Il 3 marzo prenderà il via il terzo corso di cucina organizzato in collaborazione con l’istituto alberghiero.

Infine il vice presidente Flavio Fosso ha invitato i rappresentanti dei comuni presenti ad indicare un loro delegato (come sarà richiesto a tutti i Comuni della provincia) con il quale istituire un rapporto di comunicazione costante, come imperativamente richiesto dalla LILT Nazionale.

Giovedì al Multisala Moderno andrà in scena a cura della Compagnia teatrale “ I sani da legare” la pièce “Morti di salute” di Gianni Uda. Sono previsti due spettacoli alle 16,30 e alle 21. La Manifestazione culturale è patrocinata ed a parziale beneficio  della Lilt di Rieti.

Corso di educazione alimentare per la prevenzione dei tumori

CORSO DI CUCINA SU "ALIMENTAZIONE E TUMORI"logolilt-300x201

Nei locali dell’Istituto Alberghiero Antonelli Costaggini, di via Salaria 1 (Casa del Contadino) si terranno due Corsi di cucina organizzato da questa sezione provinciale della LILT, nel quadro del programma “Alimentazione e Tumori” giunto alla quarta edizione.

La parte teorica sarà tenuta dal presidente della Lilt dr. Enrico Zepponi e dalla prof.ssa Isabella Piperno, e la parte pratica, dal prof. Daniele Cardellini.

Esso tende ad educare le abitudini alimentari e gli stili di vita secondo regole finalizzate alla prevenzione dell’insorgenza dei tumori.

Il programma prevede:

un Corso di Base con un numero di iscritti pari a circa 20 e sarà così articolato:

  • venerdì 4 marzo lezione teorica dalle 15 alle 18 presso la sede LILT
  • lunedì 7, 14 e 21 marzo lezioni pratiche ( dalle 14,30 alle 17,30) presso i locali dell’Istituto Alberghiero di Via Salaria 1

e un Corso Avanzato con lo stesso numero di iscritti così articolato:

  • giovedì 31 marzo lezione teorica dalle 15 alle 18 presso la sede LILT
  • lunedì 4, 11 e 18 aprile lezioni pratiche ( dalle 14,30 alle 17,30) presso i locali dell’Istituto Alberghiero di Via Salaria 1 su argomenti riguardanti la Celiachia, l’Intolleranza al lattosio ed il Diabete

Gli interessati possono prenotarsi telefonando in sede (0746 205577) o al sig.  Gianni Brunelli (389 5759858)
Il numero massimo previsto per ciascun livello è di 20 iscritti.

Rieti, 23 febbraio 2016

Lilt Rieti alla riunione del Coordinamento Unioni regionali

lilt_enrico_zepponi_flavio_fosso_riunione_coordinamento_unioni_regionali_17_02_16-690x420I rappresentanti della Sezione provinciale della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) dott. Enrico Zepponi, presidente, e cav. Flavio Fosso, vicepresidente, hanno partecipato nella sede della Sezione romana, in via Nomentana, alla riunione del Coordinamento della Unioni regionali delle Sezioni provinciali di Umbria e Lazio.

Ospiti del neo commissario della Sezione di Roma dr. Roberto  Morello, erano presenti il presidente nazionale prof. Francesco Schittulli, il direttore generale dr. Roberto Noto, il componente del Consiglio nazionale dott. Rivelli , i rappresentanti di Terni, dr.ssa Fiorella Pezzetti, di Perugia dr.ssa Anna Maria Togni, prof. Antonio Rulli, di Frosinone prof.ssa Alice Battista, di Roma dr.ssa Francesca Alessandro. Presente anche il dott. Alfredo Cecconi, di Latina, coordinatore regionale.

I lavori sono stati aperti dal presidente Schittulli che con una lungo intervento ha illustrato i primi obbiettivi da raggiungere tra cui: rappresentanti della Lilt in tutti i comuni, coordinamento regionale per il necessario decentramento, rilancio Consulta femminile, prevenzione terziaria, sfruttamento da parte delle Sezioni della Convenzioni nazionale con ministeri e Enti tra cui il Coni.

Il presidente non ha lesinato critiche a quelle sezioni che ritardano i loro adempimenti, primi tra tutti il bilancio consolidato e il versamento del contributo annuale .

E’ seguito un vivace dibattito nel corso del quale i rappresentanti delle Sezioni umbre hanno ribadito di svolgere un’attività di largo respiro, respingendo ogni critica mentre il presidente Zepponi   ha ampiamente informato i presenti sull’attività svolta dalla Sezione reatina  e quella già ampiamente programmata. Il  vice presidente Flavio Fosso ha evidenziato l’impegno di componenti le sezioni provinciali  sul piano sanitario- organizzativo nonché finanziario. Dal franco dibattito è scaturita la necessità di una maggiore comunicazioni dal centro alla periferia e viceversa.